“Mensa gratis all’ex Godzilla per i disoccupati, consultorio popolare e orti sociali”

Mediagallery

Il 12 ottobre il Comitato Livornese disoccupati e precari insieme al collettivo Ex caserma occupata e Comitato diritto all’abitare hanno dato vita a tre iniziative di lotta popolare contro le politiche di austerità e per il reddito.

 Inaugurazione del consultorio medico popolare
La sanità pubblica è sotto attacco ormai da diversi anni. Tagli al personale e privatizzazioni stanno di fatto minando il diritto universale all’assistenza medica e a prescindere dalle proprie possibilità economiche e dalla propria cittadinanza. Molti posti letti in meno, servizi essenziali gestiti da privati e un declassamento generale a struttura di secondo ordine. Contemporaneamente si continuano a chiudere tutte le strutture periferiche e numerosi servizi vengono soppressi. Altro problema è la sempre più forte ingerenza della chiesa nelle strutture sanitarie e soprattutto nei consultori e tra i medici. L’ex Usl di via Ernesto Rossi fa parte di quelle strutture da svendere per fare cassa. Da questa settimana in nella stessa struttura, occupata da un anno, sarà attivo un consultorio medico popolare aperto a tutti e a tutte completamente gratuito. Settimanalmente si potrà consultare un medico di base , uno psicologo , un infettivologo e alre figure professionali che andranno a completare il nostro nuovo consultorio popolare.

 

Mensa popolare autogestita
Nasce a Livorno una mensa popolare. Il piano terra della storica palazzina in via dei Mulini da circa due anni è in stato di totale abbandono. L’immobile , di proprietà della Spil, è sempre stato soggetto a vincolo di utilizzo sociale. Da oggi verrà utilizzato per aiutare lavoratori e lavoratrici disoccupati che si trovano in difficoltà. Grazie ai proventi ottenuti dai primi progetti del comitato disoccupati da oggi proviamo a sperimentare il nostro “welfare autogestito” offrendo pasti giornalieri a tutte quelle famiglie e singoli che stanno portando avanti percorsi di lotta per la casa e per il reddito. La mensa sarà aperta tutti i giorni dalle 12 alle 14 e basterà presentarsi e registrarsi. I disoccupati mangiano gratis.

 

Orti sociali autogestiti contro le speculazioni e la devastazione dei territori
In via dell’Ambrogiana c’è un terreno agricolo abbandonato da diversi anni trasformato in una vera e propria discarica a cielo aperto. La “famosa” Coop Italia l’aveva acquistato per costruirci alcuni palazzi ma dopo aver ricevuto parte dei soldi dai proprietari è fallita miseramente lasciando i lavori incompiuti. Oggi quel terreno fa gola a tanti. Nell’attesa che qualcosa succeda ci riprendiamo una parte  di quello che ci spetta iniziando a ripulire totalmente questo terreno , liberandolo dal degrado e dai rifiuti per restituirlo alla città.Con il comitato disoccupati e precari abbiamo intenzione di creare degli orti sociali aperti a tutti dove poter sperimentare coltivazioni naturali e non intensive che possano essere utilizzate sia per ottenere un piccolo reddito collettivo sia per un utilizzo diretto.

 

 

Riproduzione riservata ©