Marchio di qualità, premi a 26 strutture

Mediagallery

di Jessica Bueno

“Il marchio di qualità Isnart è una tradizione per la Camera di Commercio”. Con queste parole il presidente della Camera di Commercio, Sergio Costalli, ha aperto la cerimonia di premiazione, avvenuta il 10 luglio, che ha visto riconosciuto a 26 strutture turistiche sparse su tutto il territorio della provincia (del settore alberghiero, della ristorazione, agriturismi, campeggi e stabilimenti balneari) il marchio di qualità Isnart (Istituto nazionale ricerche turistiche). “Questo riconoscimento – afferma Costalli – riguarda le imprese ed è concesso su base volontaria, a seguito di un sopralluogo che è mirato alla valutazione delle caratteristiche degli esercizi commerciali, alle quali viene assegnato un peso numerico”.
Questa certificazione costituisce da sempre una garanzia per l’impresa ma soprattutto per il consumatore, in quanto indicatore oggettivo di qualità. “Il livello di professionalità – dice Costalli – nel nostro territorio è adeguato, ma potrebbe essere superiore. Viviamo in un mondo competitivo dove si cerca sempre di essere migliori degli altri. Ci deve essere sempre ricettività e la volontà di essere sempre pronti ad un salto di qualità”.  “Abbiamo problemi di occupazione – continua – Le grandi industrie sono poche e quelle che ci sono sono ridimensionate a causa della crisi. Nei giovani è riscontrata una scarsa propensione a fare impresa, ci sono oltre 60000 iscritti nelle liste di collocamento. In tutto questo bisogno di lavoro e professionalità, il turismo è una miniera d’oro che va saputa sfruttare a partire dalle amministrazioni”. “La Camera di Commercio – conclude – è ora in fase di rivisitazione, cambieranno ruoli e funzioni. Ci sono problemi di risorse, e c’è la necessità di lavorare meglio con poco. La collaborazione con l’Isnat è momentaneamente fermata e cercheremo di riprenderla il prima possibile perché è un’iniziativa che ci piace molto e che va valorizzata, dobbiamo rivedere il tipo di rapporto”.

Ecco la lista degli esercizi premiati – Ristorante ‘La barcarola’ di Livorno, Hotel ‘Granduca’ di Livorno, Hotel ‘Al teatro’ di Livorno, Hotel Calidario di Campiglia Marittima, Hotel Villa Ombrosa di Portoferraio, Hotel Barracuda di Campo nell’Elba, Bagni Tirreno Livorno, Bagni Sirena di Castagneto Carducci, Villaggio Camping Miramare di Livorno, Camping Village Baia del Marinaio di Rosignano Marittimo, Camping Arrighi di Porto Azzurro, Camping Villa Santa Maria di Capoliveri, Camping Lacona di Capoliveri, Ristorante Aragosta di Livorno, Il Sale di San Vincenzo, Ristorante Calidario di Campiglia Marittima, Ristorante La Vela di Piombino, Agriturismo De Santis di Rosignano Marittimo, Agriturismo Esposito Susanna e Atria di Bibbona, Agriturismo Le Querce di Bibbona, Agriturismo Colle Donatucci di Castagneto Carducci, Podere Santissima Annunziata di San Vincenzo, Agriturismo Poggio ai Santi di San Vincenzo, Agriturismo Di Ciocco di Campiglia Marittima, Podere Campalto di Campiglia Marittima.

Dopo la cerimonia è stato presentato un progetto avviato da Unioncamere in collaborazione con Google e 64 Camere di Commercio, riguardante la digitalizzazione delle eccellenze, chiamato ‘Made in Italy’: l’obiettivo è trasmettere la cultura del digitale e dell’innovazione alle eccellenze del Made In Italy, formandole, tramite consulenze, sulle opportunità legate a un utilizzo efficace di internet e del mobile. Per poter aderire dovrà essere compilato un modulo di Manifestazione d’Interesse che verrà prossimamente caricato sul sito della Camera di Commercio ed inserito in Home Page. Per maggiori informazioni rivolgersi a [email protected] (Katriina Miola) [email protected] (Melissa Marchi).

Riproduzione riservata ©