Lotta alle cimici: Comune e Aamps alzano la guardia

Numero verde 800-031.266; tel. 0586/416.234 - 340/48.57.224; www.aamps.livorno.it; [email protected]

Mediagallery

In un tugurio che cade a pezzi oppure in un albergo a cinque stelle. Le cosiddette cimici, i fastidiosi insetti di piccole dimensioni che spesso si annidano negli appartamenti, come si suol dire non guardano in faccia nessuno. Se trovano il modo di raggiungere un locale ed infilarsi nei tessuti possono proliferare facilmente e un intervento di disinfestazione, a quel punto, diventa indispensabile. L’argomento è stato oggetto nei giorni scorsi di un incontro dedicato presso l’ufficio Ambiente del Comune di Livorno, a cui hanno partecipato anche i rappresentanti dell’Asl, dell’Ufficio Scolastico Provinciale e di Aamps, per verificare l’opportunità di alzare ulteriormente la guardia rispetto ad un fenomeno troppo spesso sottovalutato (le punture di cimice solitamente causano solo un fastidioso prurito ma, in taluni causi, provocano anche reazioni allergiche con nausea e malessere generalizzato).
Nessun allarme, quindi, ma la volontà di prevenire eventuali infestazioni ed intervenire prontamente una volta individuati i focolai. Per questo Aamps si è dotato di uno strumento che produce un getto di vapore a 180° in grado di eliminare le cimici adulte, le larve e le uova ma anche acari e batteri che possono insediarsi tra le lenzuola, le coperte e sui divani. Un’operazione che deve essere realizzata solo da operatori esperti e che l’azienda compie senza l’utilizzo di prodotti chimici aggressivi limitando fortemente l’imbatto ambientale. La squadra di operatori di Aamps, pertanto, si è messa a disposizione delle istituzioni per realizzare sopralluoghi ed eventuali interventi risolutivi, così come dei cittadini che individuassero situazioni meritevoli di sanificazioni di locali mirate e complete. Per informazioni: numero verde 800-031.266; tel. 0586/416.234 – 340/48.57.224; www.aamps.livorno.it; [email protected]

Riproduzione riservata ©