Lettera di sfratto esecutivo per noto albergo

Mediagallery

Riportiamo la lettera con cui l’Hotel Atleti annuncia lo sfratto esecutivo fissato al 19 settembre.

La lettera dell’Hotel Atleti – “Ultimo atto! 19 settembre 2014. Sfratto esecutivo all’Hotel Atleti Livorno. Incredibile ma vero. In tempo di crisi, quando migliaia di imprese chiudono ed i lavoratori vengono messi a casa, un hotel è costretto a licenziare i propri dipendenti, che lavorano da oltre 30 anni, con contratto a tempo indeterminato, perché chi lo ha comprato non ha nessuna intenzione di proseguire l’attività alberghiera, né venderlo all’attuale gestione, che ha iniziato l’attività il 1 giugno 1967. Lo stesso ha sempre eseguito tutte le spese ordinarie, straordinarie di manutenzione e di adeguamento alle leggi vigenti, con particolare attenzione a quelle obbligatorie, relative alla sicurezza (queste sono tutte documentabili). Il gestore ha sempre pagato l’affitto convenuto, ed ultimamente ha versato un’ulteriore somma di 350mila euro richiesta dai nuovi proprietari per l’indennità di occupazione dal 2008 al 31 dicembre 2014. A detta del proprio legale, esisteva il diritto di prelazione, quindi il gestore si è ritirato dall’asta ed il 25 maggio 2005 l’hotel è stato assegnato per soli 10 euro in più sul prezzo dell’asta alla Emmesse Imm.re Srl di Napoli. Inoltre tre anni dopo l’immobile è stato assegnato alle stesse persone ad un prezzo inferiore di 67mila euro rispetto al prezzo di stima. Abbiamo fatto ricorso dinanzi il tribunale di Roma e attendiamo l’esito. Certo se questa è la maniera di risolvere la crisi!”.

Riproduzione riservata ©