L’Aamps sul tuo telefonino, scarica gratis l’APP

di letizia

Mediagallery

Tu scaricaci, noi raccogliamo. E’ lo slogan che Aamps ha scelto per il lancio della nuova APP (cerca “Aamps Livorno” e clicca qui per accedere ai dettagli tecnici) totalmente gratuita per tablet e smartphone, presentata l’11 agosto nella sede di via dell’Artigianato. Attraverso il nuovo strumento si potrà prenotare la raccolta dei rifiuti ingombranti come mobili e materassi, apparecchiature elettriche o elettroniche, residui di potature. Sarà possibile poi segnalare, inviando anche un video o una fotografia che arriveranno direttamente all’azienda, situazioni di degrado come le discariche abusive, che nel 2013 sono costate ad Aamps 800 mila euro, e l’abbandono di rifiuti vicino ai cassonetti. “La nostra volontà – ha affermato Andrea Valenti, responsabile delle relazioni industriali di Aamps – sarà quella di attivare un presidio continuo durante tutto l’arco della giornata e quest’applicazione potrà aiutarci a farlo”. Non solo, la nuova app potrà costituire un valido aiuto nello svolgimento della raccolta differenziata: una delle sezioni è infatti costruita come una rubrica, con al suo interno un vasto elenco di oggetti, inseriti in ordine alfabetico, e una legenda a colori che indica il contenitore più adatto dove poter smaltire il materiale che si vuole gettare. “ Ritengo che questa applicazione – ha dichiarato il sindaco Filippo Nogarin, che prima della conferenza stampa di presentazione dell’ app, ha visitato insieme all’assessore all’ambiente Giovanni Gordiani e al nuovo amministratore unico Marco Di Gennaro l’Aamps – sia di indubbio interesse per il cittadino. Dentro all’azienda ci sono professionalità d’eccellenza ed è giusto ricordare che siamo ben due ordini sotto i parametri di legge consentiti, sono dell’idea che la cittadinanza debba conoscere non solo le criticità ma anche i punti di forza”.
Marco Di Gennaro, che stamani ha fatto la sua prima uscita pubblica come amministratore unico, è soddisfatto del nuovo strumento presentato: “Credo che l’App vada nella direzione della condivisione con i cittadini, da noi sempre auspicata, contiamo di coinvolgere e far collaborare attivamente più persone possibili”.
Questa mattina è stata l’occasione di fare il punto anche sulla raccolta porta a porta: il 29 settembre partirà anche nella zona di Salviano il nuovo sistema di raccolta: i primi giorni di settembre verrà consegnato il materiale e a fine mese prenderà il via in maniera definitiva il progetto. Altri due lotti, dopo Salviano e quelli iniziali della Venezia e Porta a Terra Padula ( dove la raccolta differenziata è rispettivamente al 90 e all’85%), come ha spiegato il direttore generale Lorenzo Fommei, sono previsti per ottobre 2014 e per febbraio 2015, al termine dei quali si arriverà a una copertura di 23.000 abitanti. “Manterremo fino a febbraio la mappatura che era già già stata decisa – ha chiarito l’assessore Gordiani – tuttavia in questi mesi penseremo ai modi per migliorare ed estendere il porta a porta”.
Nogarin e Di Gennaro sono poi tornati sulle polemiche di questi giorni relative alla nomina del nuovo amministratore unico: Marco Di Gennaro dal canto suo ha detto di avere dalla sua 7 anni di attivismo all’interno di comitati legati al progetto di Rifiuti Zero e chiarisce che “metterò in questo nuovo percorso la volontà di fare bene, si può dire tutto, ma onestà e buona fede non possono essere messe in discussione”. Il sindaco invece ha ribattuto alle critiche affermando che “si potrà dire qualcosa su Di Gennaro solo alla fine del suo mandato, valutando se ha fatto o meno il suo lavoro, che consiste nell’erogazione di un servizio ai cittadini”.

Riproduzione riservata ©