In Brasile con il Papa anche 16 livornesi, intervista a due di loro

Per coloro che non potranno essere presenti fisicamente a Rio, è stato allestito un punto d’incontro alla Parrocchia dell’Assunta in Migliarino (Viareggio) da sabato 27 a domenica 28

Mediagallery

di Giulia Sarti (@giulsar) e Roberto Olivato (@OlivatoRoberto)

Dopo la prima visita pastorale dei giorni scorsi a Lampedusa, Papa Francesco già si prepara per il prossimo viaggio, stavolta più lontano dalla sua città attuale, ma molto più vicino alla sua, di casa: dal 23 al 28 luglio volerà in Brasile per partecipare alla XXVIII Giornata Mondiale della Gioventù (GMG) a Rio de Janeiro, evento che richiama giovani cattolici da tutto il mondo, appuntamento ormai consueto istituito da Giovanni Paolo II.
Anche Livorno avrà la sua rappresentanza con 16 giovani della nostra diocesi. Per due di loro, Francesco Baldaccini e Lorenzo Pini, l’esperienza sarà ancora più particolare: faranno parte della squadra dei volontari che ad aprile avevano raggiunto quota 17 mila e che, con indosso la maglia gialla e verde, accoglieranno i pellegrini in arrivo già dalla settimana precedente. Lorenzo ci racconta qualcosa di più di questa sua scelta.

Chi sei, cosa fai in parrocchia?
Mi chiamo Lorenzo, sono educatore del gruppo Giovanissimi, ragazzi dai 14 ai 18 anni circa, di Azione Cattolica della parrocchia di Sant’Agostino.

Cosa vuol dire che andrai a fare il volontario?
Sarò occupato nell’organizzazione della GMG prestando servizio non solo nella settimana della GMG vera e propria dal 23 al 28, ma anche prima, nella così detta “settimana missionaria” che introduce i pellegrini nella realtà delle diocesi da cui sono ospitati per un migliore scambio culturale. Questo attraverso momenti di festa e di catechesi con vescovi provenienti da tutto il mondo, tra cui il nostro. Non so di preciso cosa farò, me lo comunicheranno al mio arrivo.

Dove alloggerai?
L’alloggio dei volontari internazionali lo saprò solo una volta sceso dall’aereo.

Come hai deciso di partire?Hai già partecipato ad altre GMG?
Ho partecipato a quella di Colonia nel 2005 ed è stata una bellissima esperienza. Questa volta invece ho colto l’occasione quasi per caso…ho saputo all’ultimo che cercavano volontari e ho fatto domanda senza sapere se mi avrebbero scelto.

Cosa ti aspetti?
Un sacco di gente e tanta fatica, ma soprattutto tante culture diverse accomunate dalla stessa fede.

Paura di qualcosa?
Forse temo un poco di disorganizzazione, anche se ogni giorno che passa ne sono sempre meno convinto. I volontari che sono già arrivati laggiù e con cui siamo in contatto, sono sempre pronti a rispondere alle nostre domande e disponibili. Per la sicurezza, sembra che i tumulti abbiano avuto un effetto positivo: c’è molta più polizia per le strade e si dice che la criminalità “ordinaria” (non legata ai manifestanti) sia diminuita.

Pensi che lo spirito con cui Giovanni Paolo II fece nascere la GMG sia ancora vivo?
Credo che sia stata una formula vincente che come ogni momento di comunione ti lascia qualcosa di buono, soprattutto quando è il più vario possibile.

Avevi deciso di partire quando c’era ancora Papa Benedetto?
Sì! Pensavo di trovarlo laggiù, così come quando ho deciso di andare a Colonia credendo di vedere Giovanni Paolo II… forse devo farmi qualche domanda!

 

Sarà presente anche il vescovo – Avrà poco tempo il nostro vescovo Simone per cambiare valigia, aereo e Continente, precisamente tre giorni. Questo perché, rientrando la sera di martedì 16 luglio da Fatima dove, assieme ad una cinquantina di parrocchiani livornesi, ha trascorso cinque giorni in visita ai luoghi delle apparizioni Mariane, da sabato 20 sarà in Brasile per la Giornata Mondiale della Gioventù, alla presenza di Papa Francesco. Il tema di quest’anno, che gli organizzatori hanno preso dalla fine del vangelo di Matteo ‘’ Andate e fate discepoli tutti i popoli ‘’ invita i giovani ad essere testimoni di Cristo in ogni momento ed in ogni incontro della loro vita. L’ arrivo di Monsignor Giusti sarà preceduto da sedici giovani della nostra Diocesi, che accompagnati da Don Marzio partiranno sabato 13 con destinazione Rio, dove rimarranno sino al 29, ospiti di famiglie locali. Per coloro che non potranno essere presenti fisicamente alla GMG di Rio, le Diocesi di Massa, Pisa, Lucca, Volterra e Livorno, hanno organizzato un punto d’incontro alla Parrocchia dell’Assunta in Migliarino (Viareggio) da sabato 27 sino a domenica 28.

Questo il programma

Sabato 27 Luglio:

ore 16.30 arrivi e iscrizioni (Parrocchia dell’Assunta alla Migliarino (Viareggio)

ore 17.30 benvenuto e presentazioni delle Dicoesi

ore 19 preghiera

ore 20 cena

ore 21.30 festa e musica

ore 24 Veglia in diretta con Rio

Durante la notte, dopo la veglia in chiesa ci sarà l’esposizione del Santissimo con la possibilità di confessarsi o dialogare con i sacerdoti e suore presenti.

Domenica 28 luglio

ore 8 preghiera delle Lodi con la reposizione del Santissimo

ore 8.30 colazione

ore 10 S.Messa celebrata da Mons. Benotto Arcivescovo di pisa

ore 21.30 festa e musica

Per maggiori informazioni ed iscrizioni, che dovranno pervenire entro sabato 20 luglio, rivolgersi don Federico Locatelli 338-3329604

 

Riproduzione riservata ©