Il camion passa, ma la spazzatura rimane in strada. Aamps risponde: “I sacchi dopo i cassonetti”

di gniccolini

Mediagallery

Aamps ha annunciato, con un comunicato stampa sindacale, che la situazione tornerà alla normalità entro al giornata di domani giovedì 3 dicembre. Effettivamente in queste ore abbiamo rivisto affacciarsi sulle nostre strade i camion delle nettezza urbana pronti a svuotare i cassonetti ricolmi di spazzatura che in questi giorni  era stata letteralmente gettata sui marciapiedi nell’impossibilità di trovare uno spazio all’interno dei bidoni.
La segnalazione che vi mostriamo è quella di una lettrice che abita in Borgo Cappuccini e che, affacciata alla finestra mercoledì 2 dicembre intorno alle 9 del mattino, ha notato e ripreso con la sua fotocamera questa scena (clicca sul link in fondo all’articolo per vedere il video): un camion dei rifiuti che, dopo aver svuotato il bidone all’interno del camion trita rifiuti, pressato dai clacson delle auto ferme ad attendere l’operazione, finito lo scarico dei cassonetti prende e va via lasciando un cumulo di spazzatura sul marciapiede.
“Ho due figli piccoli e abito proprio sopra quei cassonetti – dice la mamma preoccupata che ci ha inviato il video – i topi e i piccioni banchettano su quei sacchi della spazzatura lasciati in strada. E’ uno schifo ed è anti igienico per noi e per i nostri figli. Qualcuno faccia qualcosa”.
enzoAltra protesta che arriva da un altro lettore Enzo Cozzolini il quale ci invia questa foto che vedete a fianco e che riguarda via Zola e limitrofe.
“Ho visto che in centro è stato tutto pulito – scrive il nostro lettore -ma ci sono zone come via Zola, via dell’Arena Alfieri ecc.. che hanno sempre la spazzatura per strada. Siamo preoccupati per i topi e i gabbiani che abbiamo visto nel mezzo. Non mi interessa di chi è la colpa, ma non si può vivere cosi”.

La risposta di Aamps – “Si precisa che le procedure per la pulizia delle strade prevedono un primo passaggio di un mezzo adibito alla vuotatura dei cassonetti e un successivo passaggio di un mezzo per la raccolta dei sacchetti lasciati al di fuori. E’ una scelta tecnica dettata dalla necessità di operare con la massima rapidità riducendo al minimo i disagi agli altri mezzi in transito. Da segnalare che questa mattina le operazioni di pulizia straordinaria hanno riguardato anche gli ingressi dei Centri di Raccolta dove erano stati lasciati ingenti quantitativi di materiale”.

Riproduzione riservata ©