Hai idee da sfornare? Ecco lo sportello giusto

Mediagallery

In Italia vengono depositate circa 12.000 domande di brevetto ogni anno, di queste oltre il 90% non si trasforma in un prodotto venduto sul mercato. Questo è causato prima di tutto da una mancanza di comunicazione tra chi partorisce l’idea, l’inventore, e chi potrebbe farne uso sul mercato, l’imprenditore. In secondo luogo dalla mancanza di fondi da poter investire per innovare e sviluppare nuove idee, specie se si tratta di piccole o medie imprese. Per rispondere a questo problema è stato presentato ieri, 5 marzo, da Pierluigi Giuntoli e Sergio Costalli, rispettivamente segretario generale e presidente della Camera di Commercio di Livorno (Cciaa), e Amulio Gubbini (clicca qui per vedere la video-intervista), amministratore unico del Centro Sviluppo Brevetti (Csb), l’innovativo progetto chiamato “Dall’idea al mercato: il coraggio del nuovo”.

Lo scopo dell’iniziativa sarebbe quello di favorire, grazie alla stretta cooperazione tra Cciaa e Csb, l’innovazione delle piccole e medie imprese sul nostro territorio valorizzando brevetti già depositati, e, allo stesso tempo, aiutare chi ha un’idea innovativa e dotata di potenziale a svilupparla attraverso un percorso a tappe guidato, consentendo infine di immetterla sul mercato dove potrà essere sfruttata dalle aziende. “Questa idea rappresenta un segnale di cambiamento, in anticipo su ciò che il Governo di Roma potrà decidere un domani. Un progetto di partenariato tra pubblico e privato nell’interesse collettivo” ha dichiarato Giuntoli in apertura. “E’ doveroso ringraziare la Camera di Commercio di Livorno che prima in assoluto ha accolto la nostra proposta. Credo che questo sia un primo vero passaggio per un cambiamento epocale” ha detto Gubbini. Il presidente Costalli invece ha affermato ” La parte difficile per un inventore è il passaggio dall’idea alla sua oggettivazione per una realtà imprenditoriale. Se non comprendiamo il tempo in cui viviamo non possiamo fare innovazione. Questo è il momento dell’Italia, con le nostre idee e la nostra elasticità; ma l’intelligenza deve essere alimentata con la cultura e l’educazione, investendo sulla scuola, e dando fiducia ai giovani, perchè senza fiducia non può essere costruito alcun futuro”. E’ già operativo da qualche giorno uno sportello, all’interno del quale è possibile fissare un incontro informativo gratuito con un esperto. Se a rivolgersi è un inventore, il CSB individuerà quale percorso sia meglio intraprendere analizzando il mercato di riferimento. Se invece a rivolgersi è il titolare di un’azienda, CSB lo aiuterà a trovare nuove strade di business, guidandolo nel processo di selezione brevettuale e supportandolo nello sviluppo.

A chi rivolgersi:

– Centro Sviluppo Brevetti: Giovanni Conte, Area Manager CSB Toscana, Lazio, Umbria largo Strozzi 1, 2° piano Livorno  Tel 348 7988306-0586 231302

– Camera di Commercio di Livorno:  Annalaura Mazzei – Responsabile Ufficio Tutela del mercato. Telefono 0586-23.12.23; [email protected]  – www.li.camcom.gov.it

Riproduzione riservata ©