Giornalai in protesta: edicole chiuse

Mediagallery

Il Sindacato Nazionale Giornalai ha indetto uno sciopero-denuncia in concomitanza con la manifestazione in programma oggi a Roma per la difesa del futuro delle edicole. Dalle 8,30 dunque saracinesche abbassate di una buona parte delle edicole cittadine e niente più giornali, riviste e settimanali fino alla giornata di domani. La manifestazione, replica di quella andata in scena lo scorso 1° dicembre, è stata indetta per manifestare contro la completa mancanza di regole in un settore che “erroneamente è ritenuto facente parte del commercio – spiega il sindacato. Come si fa a considerare commercianti chi non decide né cosa tenere, né a quale prezzo vendere e nemmeno da chi servirsi? L’accordo con gli editori che dovrebbe regolare i diritti e doveri della categoria è scaduto da anni e risale ad un’altra era. La legge 170/2001 che aiuta a rendere sostenibile il sistema non vale più con il risultato che in pochi anni hanno chiuso per sempre e nel silenzio più assordante 14000 edicole. Famiglie che per essere rimaste al servizio della collettività dall’alba al tramonto tutti i giorni dell’anno si sono rovinate – tuona il sindacato -Basta! O si regolarizza il sistema o non garantiremo più la parità di trattamento, il che vuol dire la fine di un pezzo di democrazia per tutti impiego”.

Riproduzione riservata ©