Fuochi d’artificio: i consigli per un capodanno sicuro

Mediagallery

La questura fornisce qualche chiarimento in merito agli artifici pirotecnici, leciti, che ad oggi sono presenti sul mercato:

– articoli pirotecnici ex “declassificati” e riclassificati in etichetta, a seconda della tipologia, nella iv categoria o nella v categoria, gruppo “c”, “d” ovvero “e”.
– prodotti di iv e v categoria riconosciuti e classificati dal ministero dell’interno;
– articoli pirotecnici provvisti della marcatura ce appartenenti alle cat 1 (f1), cat.2 (f2) (equiparati ai manufatti v cat. Gruppo “d”, “e”), cat. 3 (f3), cat. 4 (f4), t1, t2, p1, p2 .

Gli artifici pirotecnici appartenenti alla IV categoria possono essere venduti solo negli esercizi commerciali muniti di licenza di pubblica sicurezza, come le armerie, esclusivamente ai maggiori di anni 18 muniti di licenza di porto d’armi o nulla osta in corso di validità’ e, in alcuni casi, a pirotecnici abilitati. I manufatti di cui alla V categoria gruppo “c” possono essere venduti solo negli esercizi commerciali muniti di licenza di pubblica sicurezza, come le armerie, esclusivamente ai maggiori di anni 18, muniti di valido documento di identità, (es. C.d. “torte” o “spettacoli” oppure “mitraglie” o “tempesta di colpi”). Negli esercizi commerciali non muniti di licenza di pubblica sicurezza (tabaccai, giornalai, supermercati, ecc), potranno essere venduti prodotti appartenenti alla V categoria Gruppi “d” (fontane, bengala, candele romane, ecc…) solo ai maggiori di anni 18, muniti di valido documento di identità’, ovvero quelli appartenenti al gruppo “e” dovranno essere venduti ai soggetti maggiori di 14 anni.

Al fine di evitare gli infortuni, anche di grave entità, per imprudenza o imperizia nell’utilizzo di simili prodotti ecco alcune raccomandazioni per l’uso. Si raccomanda di acquistare prodotti esclusivamente nei rivenditori autorizzati prodotti in ottimo stato di conservazione, privi di segni di umidità’ o danneggiamento; tali manufatti dovranno riportare un’apposita etichetta indicante le istruzioni d’uso, la marcatura CE, il nome del fabbricante, la denominazione del prodotto, la classificazione, il luogo di produzione; in assenza di tali indicazioni il prodotto dovrà’ essere ritenuto di provenienza illecita. Per il trasporto si consiglia di utilizzare sacchetti o scatole, evitando di tenerli in tasca, conservandoli lontano da fonti di calore o dall’umidità, scintille, fiamme libere o superfici riscaldate. Prima dell’accensione si dovranno leggere attentamente le istruzioni d’uso. Al momento dell’accensione si consiglia di cercare zone isolate e comunque a debita distanza dalle persone, dagli animali e da materiale infiammabile, avendo cura di non usarli in caso di vento. Eventuali artifici inesplosi che si dovessero rinvenire non dovranno essere raccolti. In caso di mancato funzionamento o di funzionamento parziale non tentare mai di riaccendere il prodotto. Non affidare ai bambini artifici che richiedono una sia pur minima perizia nel loro impiego e comportano comunque un sia pur minimo livello di pericolo. E’ auspicabile che il puntuale e diligente rispetto di tali consigli, non disgiunto al normale buon senso, possa garantire il trascorrere del capodanno in un clima sereno.

Riproduzione riservata ©