Cittadella dello sport. La nostra esclusiva

Il costo totale per la realizzazione si aggira intorno ai 150 milioni di euro. Previsto anche un maxi silos in via Cattaneo e un parcheggio interrato sotto al Caprilli. Ecco i dettagli

di gniccolini

Mediagallery

Una vera e propria Cittadella dello Sport, racchiusa in ventimila metri quadri di pavimentazione pedonale chiusa al traffico, ad uso esclusivo di sportivi e partecipanti agli eventi in programma. Il tutto potrebbe avere un marchio esclusivo, quello dei cinque cerchi olimpici di Roma 2024. Avete capito bene, Livorno con questo importante progetto, da circa 150 milioni di euro, si candida come sede distaccata delle Olimpiadi che si svolgeranno fra otto anni e per cui la capitale italiana è in lizza come città ospitante.
Una vera e propria città dello sport all’interno di Livorno dove si potranno trovare impianti, servizi, negozi, alberghi, resort, parcheggi e persino una Spa. Il progetto che l’Amministrazione Comunale ha portato direttamente al Coni per l’approvazione parla chiaro: la nostra città, più medagliata d’Italia in ambito olimpionico, si accrediterebbe con questa mega struttura di cui Quilivorno.it vi mostra in esclusiva e in anteprima i progetti, come una città d’appoggio per i giochi olimpici con sede in Italia.
Il progetto nel dettaglio – Andiamo dunque ad analizzare il progetto nel dettaglio. Una pavimentazione pedonale, dalla quale si esclude quindi traffico e smog, che partirebbe dall’inizio di via dei Pensieri, dove sorge l’attuale pista di pattinaggio, per terminare alla fine dell’ippodromo Caprilli. All’interno una serie di impianti che andrebbero ristrutturati e implementati come, ormai si sa, lo stadio Armando Picchi dentro al quale sorgerebbero nuove strutture commerciali che nascerebbero, oltre che su tre lati dello stadio, anche a fianco del campo scuola Martelli.

LA CITTADELLA DELLO SPORT CON L'ESTENSIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI DI ANTIGNANO CHE RIENTREREBBERO NEL PROGETTO ROMA 2024

LA CITTADELLA DELLO SPORT CON L’ESTENSIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI DI ANTIGNANO CHE RIENTREREBBERO NEL PROGETTO ROMA 2024

Come possiamo vedere da questa cartina che pubblichiamo qui in pagina a fianco (clicca per ingrandirla) gli sport che verrebbero compresi sono molteplici. Ci sarebbe il campo di atletica, la piscina olimpionica Camalich, il pala-scherma del Fides, il palazzetto di basket, e il campo da rugby che sarebbe spostato dall’attuale posizione per essere costruito dietro al PalaMacchia dove attualmente c’è il campo da calcio del Livorno 9 tra via Cattaneo e via Montelungo. Al suo posto? Una struttura recettiva per atleti comprensiva di un centro Spa.  Niente paura per la società sportiva del Livorno 9 però, nessuno sfratto: la nuova collocazione sarebbe ancora più bella di quella attuale. Un nuovo campo da calcio infatti, insieme ad altri due piccoli campetti per il calcio a 5, come è possibile vedere dal rendering nella foto principale, sarebbe pensato proprio all’interno della struttura del Caprilli, non snaturandone la predisosizione originale relativa alle corse dei cavalli e del dressage ippico che potrebbe avere un rilancio in ottica Coni, riservando inoltre una buona parte di impianto ad area verde-parco pubblico.
Skate Park  e Antignano – Nel progetto cittadella sarebbe compreso, anche se fuori dalle “mura”, lo skate park che sorgerebbe alla Rotonda d’Ardenza (impianto per cui sarebbero già stati trovati i soldi per la sua realizzazione). Proprio sotto al futuro skate park ecco che si apre il panorama per  vela e surf. Continuando a sud ecco i già esistenti campi da golf, baseball e calcio. Il tutto sarebbe percorso esternamente da una fantastica pista ciclabile-pedonale che permetterebbe agli amanti delle due ruote e del podismo di costeggiare la Cittadella dello Sport.
Due maxi parcheggi – Si è pensato a tutto. Anche alla possibilità di accogliere le tante auto e i pullman che porteranno sportivi, partecipanti e tifosi alle manifestazioni in programma. Come? Nel progetto ci sono due voci relative: parcheggio interrato all’ippodromo (circa 30mila metri quadri) e un silos che sorgerebbe in via Cattaneo anche questo su una superficie di circa 30mila metri quadri.
Resort, spa e alberghi – Una struttura simile non poteva essere sprovvista di un resort, di un albergo e di centri commerciali. In questo contesto è stato pensata anche una Spa e a delle abitazioni che potrebbero essere destinate a foresterie per gli atleti ma anche complessi residenziali di lusso riservati al mercato immobiliare locale.
Finanziamento  del progetto –  Il finanziamento di circa 150 milioni euro è per metà destinato ad essere coperto con sovvenzionamenti privati di imprenditori e investitori interessati che hanno già preso visione il progetto comunale e che si sono dimostrati molto interessati alla realizzazione della struttura, e in parte potrebbe essere coperto dal Coni stesso proprio in vista delle Olimpiadi 2024. Come è facile intuire il progetto è molto legato alla vittoria o meno di Roma come candidata ad ospitare i giochi olimpici fra otto anni. Se dovesse andare in porto questa ipotesi il sogno Cittadella dello Sport potrebbe finalmente vedere la luce in tempi non lontani.

Riproduzione riservata ©