Casa, caos in Comune. “Dateci la Chiccaia”

Mediagallery

Circa venti minuti di urla e caos in consiglio comunale questo martedì 16 giugno intorno alle 11 quando alcuni manifestanti, cittadini livornesi senza casa, sono entrati nella Sala del Consiglio mostrando cartelli con alcune scritte tra cui “Dhimgjini dimettiti” rivolto all’assessore al Sociale, e altre tra cui quelle relative all’ormai noto blocco della Chiccaia: “Demolire 126 alloggi pubblici è un crimine” o “Sì all’utilizzo immediato della Chiccaia” (clicca sul link in fondo all’articolo per vedere le foto)
Cartelli espliciti e protesta vibrante che ha interrotto così la discussione dei consiglieri per alcuni minuti. Poi l’assessore Ina Dhimgjini è andata a parlare con i manifestati per il “Diritto alla casa”. La riunione, a porte chiuse, nella quale si è chiesto delle garanzie per l’emergenza abitativa è durata più di un’ora.
La nota stampa di Asia-Usb: “Piccoli passi avanti sull’emergenza abitativa” – Come sindacato inquilini Asia-Usb, dopo la protesta di oggi in consiglio comunale che ha visto la partecipazione di circa 80 famiglie iscritte, esprimiamo soddisfazione per l’esito dell’incontro svoltosi con l’assessore al sociale Dhimgjini e alcuni consiglieri comunali. La richiesta provocatoria di dimissioni rivolta all’assessore è legata proprio alla mancanza di chiarezza e di trasparenza su temi centrali quali il riutilizzo del blocco della Chiccaia e la gestione degli sfratti. Chiarezza e trasparenza che ci auguriamo possano tornare al centro della discussione.
Nell’incontro di oggi abbiamo ottenuto un tavolo di confronto a cadenza periodica sul tema dell’emergenza abitativa, un momento di discussione necessario anche in vista delle decine di esecuzioni di sfratto previste tra la seconda quindicina di giugno e luglio.
Sul tema del blocco della Chiccaia è stata ribadita la volontà della giunta di arrivare ad un utilizzo temporaneo di parte degli alloggi per tamponare l’emergenza abitativa che sta attraversando la nostra città. Invitiamo anche tutte le forze politiche presenti in consiglio ad adoperarsi affinché l’ultima delibera sull’emergenza abitativa trovi finalmente applicazione concreta.
Esprimiamo altresì la nostra solidarietà a Daria Faggi dell’Unione Inquilini in merito agli attacchi ricevuti dal Partito Democratico locale. Nonostante le differenze che contraddistinguono il nostro agire sindacale da quello dell’U.I crediamo sia vergognoso che il PD, responsabile della demolizione di decine ,se non centinaia, di alloggi pubblici negli ultimi anni possa esprimersi sui temi quali l’emergenza abitativa e la gestione dei beni pubblici.
Per il sindacato inquilini ASIA-USB
Ceraolo Giovanni

Riproduzione riservata ©