Discoteca non autorizzata, sequestrato l’Alcatraz

Mediagallery

Nei giorni scorsi la polizia di stato di Livorno, in concorso con polizia municipale, arma dei carabinieri e guardia di finanza, ha dato seguito ai controlli amministrativi da tempo disposti dal questore di Livorno tra i quali il circolo privato “Alcatraz”, di via Malenchini.
Le indagini hanno riscontrato come nel locale si svolgeva una vera e propria attività imprenditoriale di discoteca, che attirava numeroso pubblico, non preventivamente selezionato, tra il quale quindi anche molti non associati o persone che lo erano state invitate solo in via occasionale all’atto dello stesso ingresso.
L’attività dello pseudo circolo, peraltro notevolmente pubblicizzata su internet e tramite vari social network, inoltre, era da tempo tenuta sotto osservazione dalla divisione polizia amministrativa della questura e dalla stessa procura della Repubblica, in quanto oggetto di esposti sulla regolarità della posizione giuridica del personale di sicurezza impiegato al suo interno durante le serate danzanti.
Mentre le irregolarità amministrative venivano immediatamente contestate ai gestori della sala, per quelle di natura penale, veniva riferito alla procura della repubblica di Livorno. Il gip di Livorno ha disposto il sequestro preventivo del locale in quanto non sono mai stati esperiti i dovuti controlli sulla solidità e sicurezza dei luoghi. Tale provvedimento rimarrà in vigore fino a quando non verranno meno le esigenze cautelari.

Riproduzione riservata ©