Compravendite? Ricordatevi la conformità urbanistica

In un convegno fra notai e immobiliaristi l'importanza del certificato per evitare, con la nuova normativa, la nullità dell’atto o comunque gravi conseguenze economiche

Mediagallery

Assemblea annuale Fiaip Livorno e convegno su “il Certificato di Conformità Urbanistica, la Relazione Tecnica e il Protocollo d’intesa tra Notai e Geometri della Provincia di Livorno”. Il Collegio di Fiaip Livorno, giovedì scorso ha organizzato, presso l’Hotel Universal di Livorno, un importante Convegno in concomitanza con Assemblea annuale degli Associati. Il convegno aperto al pubblico e presentato dal Presidente di Fiaip Livorno Luigi Baldasseroni, ha avuto come relatori il Notaio Valerio Vignoli, presidente del Collegio Notarile di Livorno e l’Architetto Eugenio Opipari ed è stato seguito da un folto gruppo di operatori del settore immobiliare. L’argomento era molto interessante per tutti perché si parlava del nuovo protocollo d’intesa, istituito fra Collegio Notarile e Collegio dei Geometri di Livorno, sul Certificato di Conformità Urbanistica nella compravendita immobiliare. Nella prima parte il Notaio Vignoli ha illustrato questo accordo con il quale si è voluto sensibilizzare Notai e Tecnici (ed in questa occasione anche gli Agenti Immobiliari della nostra città), a consigliare i venditori di immobili a far effettuare, ad un tecnico di fiducia, una relazione tecnica preventivamente alla messa in vendita di un loro immobile e tutti gli acquirenti a richiederla prima di acquistare. Questo per evitare di scoprire troppo tardi la mancanza di conformità urbanistica o catastale degli immobili oggetto della compravendita rischiando, con la nuova normativa, la nullità dell’atto o comunque gravi conseguenze economiche. “Questa prassi, che è ormai in uso da decine di anni in altre città – ha commentato il Presidente Luigi Baldasseroni – è una grande tutela per il consumatore ed è ora destinata a diventare finalmente una consuetudine anche qui da noi, con notevoli benefici per tutti, compratori e venditori”.
Nella seconda parte, più tecnica, l’Arch. Opipari ha parlato di come si struttura la relazione tecnica di conformità nei passaggi di proprietà.

Riproduzione riservata ©