Futuro di Comdata, incontro in Regione

Attesa per gli stanziamenti regionali in programma relativi al bando di incentivo alle assunzioni 2015

Mediagallery

“Ringrazio il Consigliere Simoncini per le rassicurazioni che ci ha dato ritengo che il ruolo della Regione sia fondamentale per attrarre investitori e nuove imprese nell’area di crisi di Livorno, ed è quindi necessario consolidare un’immagine propositiva e affidabile del territorio e delle istituzioni”. Così l’assessore al lavoro Francesca Martini al termine della riunione in programma stamani presso l’Unità di Crisi della Regione Toscana sulla vicenda “Comdata” alla quale ha preso parte.
Presenti i sindacati che l’avevano richiesta, il Consigliere per il lavoro del Presidente della Regione Toscana, Gianfranco Simoncini, e i rappresentanti dei Comuni di Livorno e di Collesalvetti.
Scopo della riunione era fare il punto della situazione sugli impegni assunti, in sede di trattativa, direttamente dal Governatore Enrico Rossi.
Ai tavoli che si sono susseguiti nei mesi scorsi al Ministero dello Sviluppo Economico, la Regione si era impegnata ad assicurare incentivi regionali per le assunzioni, cumulabili con quelli nazionali del job act.
La Regione, pur avendo aperto un bando in tal senso nel 2015, non aveva però previsto una copertura economica in grado di soddisfare tutte le domande pervenute, tanto che la richiesta di Comdata è rimasta, ad oggi, inevasa.
Il Consigliere Simoncini ha assicurato che sarà possibile stanziare al più presto una nuova somma, che conta di reperire sugli avanzi 2014, che garantisca la copertura degli impegni presi con il bando di incentivo alle assunzioni 2015, con priorità per le aree di crisi.
A breve i sindacati richiederanno al MISE di indire un nuovo incontro per verificare la situazione di Comdata che, in questa fase di start up, ha necessità di dare continuità alla propria attività in una fase nella quale, però, in cui le commesse registrano un preoccupante calo.

Riproduzione riservata ©