Colline, via al “porta a porta” per 5.483 cittadini

Per il 2016 Comune e Aamps contano di attivare il servizio anche a Antignano-Banditella. Entro la fine del 2017 nuova modalità estesa in tutta Livorno

Mediagallery

Nel corso di una conferenza stampa che si è svolta a Palazzo Comunale sono state illustrate le modalità con cui, a partire da lunedì 2 maggio, la raccolta dei rifiuti “porta a porta” sarà estesa anche al rione “Colline”. Si tratta di un servizio che riguarda 5.483 cittadini, per un totale di 2.330 famiglie e 129 esercizi commerciali.
Alla conferenza stampa erano presenti l’assessore comunale all’ambiente, Giuseppe Vece, e il direttore tecnico di Aamps, Fabio Balluchi. E’ stato possibile estendere il porta a porta grazie a un finanziamento regionale che ha coperto parte delle spese per le strumentazioni tecniche, mentre per quanto riguarda le spese di personale l’Azienda riuscirà a garantire il servizio con le proprie risorse umane.
Trattandosi di un appuntamento importante e di cambiamento per le abitudini dei cittadini, Comune di Livorno e Aamps hanno anticipatamente avviato una capillare campagna di comunicazione che proseguirà nel mese di maggio. Gli operatori si sono recati in tutte le abitazioni e i negozi della zona consegnando la guida al corretto conferimento e, soprattutto, i calendari con indicati i giorni e gli orari di esposizione dei contenitori e dei sacchi (anch’essi recapitati) in funzione degli itinerari di raccolta dell’organico, del vetro, della carta-cartone e della plastica-metallo-tetrapak. Fino al 31 maggio, dal lunedì al sabato, dalle 10 alle 12 e dalle 17.30 alle 19.30, sarà aperto anche l’Info Point presso i locali dell’Azienda in via Zola 39. Un’opportunità già sperimentata con successo in altre occasioni che permette a chi non è stato trovato in casa, dopo le tre visite programmate, di ritirare comunque il materiale indispensabile alla corretta differenziazione dei rifiuti.
In funzione della necessità di ottenere la massima collaborazione da parte della cittadinanza, indispensabile per il raggiungimento degli obiettivi prefissati, Comune di Livorno e Aamps hanno anche incontrato gli amministratori dei condomini e presenziato ad una partecipata e proficua assemblea pubblica. Gli abitanti di Colline possono anche contattare l’Azienda attraverso il numero verde 800-031.266, tramite whatsapp (366.6200878), il sito internet www.aamps.livorno.it, l’indirizzo di posta elettronica [email protected], i profili facebook/twitter o l’app “Aamps Livorno” scaricabile per smartphone apple o android.

“Siamo soddisfatti che possa riprendere il processo di espansione del ‘porta a porta’ in città – ha detto l’assessore Vece – Lo scopo è quello di migliorare sia la quantità che la qualità della raccolta differenziata, dato che è stato possibile constatare che con il passaggio al porta a porta la quantità di differenziata aumenta subito di almeno il 20% rispetto alla tradizionale raccolta differenziata con i cassonetti in strada”.

Per il 2016 Comune e Aamps contano di estendere il servizio ai quartieri Antignano-Banditella (a partire dal 6 giugno) e a Montenero Basso (dal 19 settembre), in modo da arrivare a coprire con il porta a porta un sesto del territorio comunale.
Al contempo ci sarà un’ottimizzazione del servizio erogato alla cittadinanza, un aumento della quantità dei rifiuti da avviare al riciclo (50% di differenziata) e un miglioramento dell’igiene e del decoro delle strade. I cassonetti, infatti, verranno progressivamente tolti contribuendo a limitare il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti troppo spesso evidente proprio in prossimità o a ridosso delle batterie ad oggi in uso. A fine 2016 risulteranno servite dalla raccolta porta a porta dei rifiuti le aree urbane Picchianti, Venezia, Coteto, Cimarosa-Salviano, Porta a Terra, Firenze-Enriques, Colline, Antignano-Banditella, Montenero basso per un totale di 28mila abitanti. L’intento è di arrivare ad estendere la nuova modalità a tutta Livorno entro la fine del 2017.

Riproduzione riservata ©