Clamoroso. Miliardario per un soffio, aveva sbagliato a leggere il Gratta e Vinci

E' accaduto al Bar... Celona a Coteto. L’uomo aveva acquistato il "gratta e vinci" denominato "Stregati dalla fortuna", scambiando l’8 del 28 e il 23 indicato tra i numeri vincenti

Mediagallery

Con un ‘gratta e vinci’ ha pensato di aver vinto mezzo milione di euro e dopo aver festeggiato con i gestori del bar ha esclamato: “Vado da mio fratello che lavora in banca, così mi dice come fare”. E’ accaduto ieri al Bar… Celona, a Coteto. Protagonista di questa storia un cinquantenne livornese che ha “grattato” un 28 scambiandolo per un 23. Lì per lì c’è stata anche la festa con il gestore del bar, Saverio Cauteruccio, e con la dipendente del locale Barbara De Sogus.
L’uomo aveva acquistato il “gratta e vinci” denominato “Stregati dalla fortuna”, da 5 euro: si possono vincere cifre variabili, dai cinque euro dell’acquisto passando per i 25, i 50, i 100, i 1.000, fino appunto a mezzo milione. Il massimo per quel tagliando.
E grande naturalmente è stato il batticuore quando l’uomo (“Un signore che passa da noi ogni due o tre giorni”, racconta Cauteruccio alla Nazione, che riporta oggi 4 ottobre la notizia). “Abbiamo fatto la fotocopia come da prassi – racconta ancora Cauteruccio – in attesa di chiedere la convalida a Lottomatica. Lui intanto se n’era andato dal fratello bancario con l’originale in tasca”. Poi però l’amara sorpresa: “In effetti ho guardato meglio il biglietto – prosegue il racconto del giovane gestore del bar alla Nazione – e lì mi sono accorto che non era stata grattato bene, e che comunque era stato preso un abbaglio tra l’8 del 28 e il 23 indicato tra i numeri vincenti e sotto il quale era indicata la cifra dei 500.000 euro. Non c’è proprio nessun dubbio e sinceramente ci sono rimasto malissimo. Per quel signore e anche per me che avrei avuto una bella pubblicità per il mio locale. Immagino come ci sarà rimasto anche lui quando se n’è accorto. Comunque, ora son quasi le 8 di sera e non l’ho ancora rivisto”.

Riproduzione riservata ©