Chiesa Olandesi, partito il restyling

Mediagallery

Sembra impossibile ma è così. Dopo anni di abbandono, degrado e incuria la Chiesa degli Olandesi si rifà il look (clicca sul link in fondo all’articolo per il video-tour all’interno della devastata Chiesa degli Olandesi). I lavori di ristrutturazione di quello che è uno dei monumenti della città di Livorno sono partiti ieri proprio grazie a una serie di fondi finalmente sbloccati che hanno consentito il via ai lavori. “Per il momento – spiega l’ingegnere Antonio Heush del comitato Lions per il restauro del Tempio della Congregazione Olandese- Alemanna – gli operai hanno ripulito la parte esterna dalla giungla che si era creata in questi anni e dalla sporcizia che c’era. La bella notizia è che finalmente questi lavori di ristrutturazione sono partiti proprio grazie all’arrivo dei fondi del Fai, con il quale siamo arrivati noni in Italia con 25mila firme raccolte per i Luoghi del Cuore, e grazie a un bando del Comune al quale avevamo partecipato con il nostro progetto”.
I tempi stimati per la fine dei lavori? “Ci hanno parlato di quattro, cinque mesi – spiega Heush -adesso dopo la prima fase di pulizia si dovranno installare i ponteggi e poi le cose verranno da sé meteo permettendo”.
Si procederà dunque al restauro e messa in sicurezza della facciata principale con conseguente riapertura della strada; al restauro del sistema di scolo delle acque piovane; al risanamento igienico della parte di accesso ai cortili laterali della chiesa; alla copertura provvisoria delle parti crollate di tetto ed al risanamento delle crepe sui muri laterali. La regia dell’operazione è affidata al Comitato appositamente costituito per il recupero dell’edificio da quasi quattro anni dal Lions Club Livorno Host, nell’ambito della sua attività di servizio per la comunità cittadina.

 

Riproduzione riservata ©