Centro “Caioni”, il Comune stanzia 8mila euro

Mediagallery

L’Amministrazione Comunale ha stanziato 8 mila euro per consentire al centro “Sergio Caioni”, nell’immediato, di continuare a vivere.
Lo comunica la vicesindaco Stella Sorgente, specificando che 4 mila euro sono stati assegnati nel capitolo di bilancio delle Politiche femminili (nell’ambito delle risorse assegnate dalla Regione Toscana per la realizzazione del progetto Tempora 4, per la conciliazione della vita personale, familiare e lavorativa); altri 4mila euro sono stati individuati tra i contributi da destinare alle associazioni (l’atto andrà in Giunta nei prossimi giorni) e saranno erogati a seguito della rendicontazione dell’attività svolta.
Da sottolineare inoltre, dichiara Stella Sorgente, che “l’Amministrazione si è adoperata perché Casalp concedesse fino al 30 giugno il comodato d’uso della stanza di via Giordano Bruno all’associazione Intramondo che gestisce il centro “Caioni”. La scadenza era infatti prevista per il 18 ottobre, ma, in maniera non scontata siamo riusciti a garantire la permanenza fino alla fine dell’anno scolastico”.
“Mi fa molto piacere che i gruppi consiliari si interessino ai problemi del Centro “Caioni” – rileva la vicesindaco, facendo riferimento alle due interpellanze presentate da Pd e Città Diversa – ma voglio rendere noto che l’Amministrazione Comunale, non appena la questione ci è stata rappresentata, si è adoperata per trovare una strada per far vivere il centro, che svolge un servizio sociale di grande importanza in un quartiere con molte criticità”. Al “Caioni” vengono svolte infatti attività di sostegno alle famiglie : corsi gratuiti di lingua (inglese, francese, spagnolo, tedesco, italiano per stranieri), computer, disegno, chitarra, fotografia;inoltre funge da presidio sanitario, spazio ludoteca, aiuto nello svolgimento dei compiti scolastici (per gli studenti) e nelle pratiche burocratiche (per gli adulti).
“Purtroppo, venuto meno il finanziamento della Regione – evidenzia Stella Sorgente – l’associazione Intramondo si trova nelle condizioni di dover cercare una cifra di poco inferiore a 40 mila euro, che l’Amministrazione Comunale si trova al momento nelle condizioni di non poter dare. Per questo, oltre al contributo immediato di 8 mila euro – conclude la vicesindaco – ci impegniamo a fare un percorso di “accompagnamento” per individuare bandi destinati al sociale ai quali l’associazione possa partecipare”.

Riproduzione riservata ©