Cassonetti pieni a causa dello sciopero, tutto risolto

Mediagallery

In questo fine settimana Aamps ha ricevuto attraverso il numero verde (800-031.266), il sito web (www.aamps.livorno.it) e i social network (facebook e twitter) una serie di segnalazioni da parte dei cittadini riguardanti la mancata vuotatura di alcuni cassonetti in varie zone e, conseguentemente, la presenza di sacchi con rifiuti lasciati in prossimità dei punti di raccolta. “Come anticipato agli organi di stampa – segnalano dall’Aamps – che già si sono interessati alla vicenda, confermiamo che i disservizi si sono registrati a causa di un rallentamento delle attività durante lo sciopero nazionale indetto dalle Organizzazioni Sindacali nelle giornata di venerdì appena trascorso e a cui ha aderito il 90% circa del personale aziendale”.
Terminata la legittima astensione dal lavoro, i servizi, in accordo con l’Ufficio Ambiente del Comune di Livorno, si sono adoperati mettendo in atto il piano precedentemente formulato per il recupero progressivo e celere degli itinerari non percorsi. Ciò sta a significare che nella giornata odierna (lunedì 15 dicembre) tutti i cassonetti risultati colmi saranno vuotati, le adiacenze ai cassonetti saranno rimosse e, al contempo, i netturbini di Cooplat provvederanno alla pulizia di quei tratti di marciapiede o del manto stradale dove si sono riversati carta, cartone o piccoli oggetti fuoriusciti dai sacchetti.
“Ci scusiamo con la cittadinanza – conclude la nota stampa di Aamps – per gli eventuali disagi arrecati rimanendo a disposizione per ulteriori indicazioni utili al ripristino delle migliori condizioni di igiene e decoro del territorio comunale”.

Riproduzione riservata ©