“Lavori di notte? Rischio Corte dei Conti”

E' caos viabilità per l’asfaltatura definitiva della carreggiata della nuova rotatoria realizzata (e già entrata in funzione da alcune settimane) in piazza Giovine Italia

Mediagallery

Tre giorni di lavori, a partire da martedì 8 marzo, per l’asfaltatura definitiva della carreggiata della nuova rotatoria realizzata (e già entrata in funzione da alcune settimane) in piazza Giovine Italia. Ecco: tre giorni di lavori e tre (o di più?) di caos viabilità. A guardare cosa sta accadendo parlare di “caos” è il minimo e va da sé che aver deciso di svolgere l’intervento di giorno non è stata una scelta azzeccatissima. Basti dire che si registrano intasamenti, e conseguente traffico bloccato, oltre che sugli scali Cialdini anche in via degli Avvalorati, via della Cinta Esterna e piazza della Repubblica. Voi lettori segnalate. Noi nel frattempo ci domandiamo: non sarebbe stato più logico aver fatto asfaltare la rotatoria di notte? E poi: i vari display (spesso e volentieri guasti, detto per inciso) presenti in zona non avrebbero potuto avvisare gli automobilisti con un messaggio del tipo: “state alla larga, lavori in corso”?.

La risposta del Comune – Invitato a commentare i disagi e le tante lamentele dei livornesi, Nogarin rivela che, inizialmente, era stata ipotizzata la possibilità di lavori in notturna ma questioni economiche e sindacali lo hanno impedito. “Sì – ammette il sindaco – la viabilità ne ha risentito, sono comunque solo tre giorni, ma non abbiamo potuto fare altrimenti, considerato anche il fatto che programmare l’asfaltatura nelle ore notturne avrebbe voluto dire sforare il budget e ricevere un richiamo da parte della Corte dei Conti“.

I dettagli dell’intervento – I lavori prevedono la fresatura del manto stradale provvisorio e la stesura dello strato d’asfalto definitivo, e riguarda sia la parte carrabile della rotatoria, sia i tratti stradali che immettono in essa. Il cantiere, come si può vedere nella planimetria, è stato suddiviso in quattro aree d’intervento, per limitare gli inevitabili disagi alla viabilità. La prima fase prevede la fresatura e la successiva asfaltatura della corsia di nuova realizzazione che collega Borgo Cappuccini con piazza Giovine Italia, e da lì con i viali a mare. Durante questi lavori sarà in vigore il divieto di transito nel tratto finale di Borgo Cappuccini (quello che va dall’intersezione con via S. Carlo fino a piazza Giovine Italia). Saranno apposti adeguati cartelli di preavviso in piazza santi Pietro e Paolo, in piazza Mazzini e in corso Mazzini/via S. Carlo.
La seconda area d’intervento riguarda il tratto stradale prospiciente l’Istituto Nautico. Durante l’asfaltatura sarà istituito il divieto di transito nella carreggiata lato nord di piazza Giovine Italia. La terza e la quarta fase riguardano l’asfaltatura delle corsie lungo il viale a mare (intorno alla rotatoria e per una trentina di metri in via Cialdini e scali Novi Lena). Si interverrà prima nelle corsie lato terra (area di intervento 3) e poi in quelle lato mare (area di intervento 4). Le corsie sul lato interessato dai lavori saranno interdette al traffico (dalle 9 alle 17). Contemporaneamente, nella carreggiata sul lato opposto sarà istituito il doppio senso di marcia, disciplinato mediante senso unico alternato con l’ausilio di movieri. Il tratto curvo lungo la rotatoria sarà temporaneamente “rettificato” con jersey.

Riproduzione riservata ©