Bonus per l’affitto della casa, come fare domanda

Mediagallery

Per aiutare i giovani a uscire dalla famiglia e trovare un’abitazione autonoma, la Regione Toscana prevede contributi per il sostegno al pagamento dell’affitto (leggi qui i dettagli del bando). E’ previsto un contributo mensile variabile a seconda delle fasce di reddito e tenendo conto della presenza e del numero di figli. La durata massima del finanziamento è di tre anni. Possono accedere a questo contributo i giovani nella fascia di età compresa tra i 18 ed i 34 anni, che contraggono un regolare contratto d’affitto, singolarmente o in qualsiasi forma di convivenza. Tra i requisiti principali per accedere al bando vi è quello della residenza nel nucleo d’origine da almeno due anni al momento di presentazione della domanda.  Gli interessati hanno tempo fino al 31 gennaio 2015 compresi per presentare la domanda. E’ previsto un contributo variabile da 1.800 a 4.200 euro all’anno per tre anni (da un minimo di 150 ad un massimo di 350 euro al mese) a seconda delle fasce di reddito e tenendo conto della presenza e del numero di figli.

Come presentare domanda – via telematica scegliendo una delle seguenti modalità alternative:

a) tramite interfaccia web denominato “Apaci” selezionando come Ente pubblico destinatario “Regione Toscana Giunta”
b) tramite propria casella di posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo PEC istituziona le della Regione Toscana [email protected] .
Nel campo oggetto riportare la dicitura: ‘Giovanisi domanda contributo affitto.

Riproduzione riservata ©