Blitz dei carabinieri: tre arresti per spaccio

Grande attività di controllo da parte dei carabinieri. Oltre agli arresti è stata sequestrata della droga. Inoltre due livornesi sono stati denunciati per oltraggio a pubblico ufficiale

Mediagallery

Le ultime 24 ore hanno visto i carabinieri della compagnia comandata dal maggiore Vatore impegnati in una serie di servizi di controllo del territorio che si sono protratti sino alle prime ore del 9 dicembre. L’intera attività ha riguardato molteplici operazioni di controllo e di contrasto ai reati in genere. Sono stati creati dei posti di blocco sia in aree urbane che nelle principali arterie stradali della provincia, con particolare attenzione ai controlli alla circolazione stradale ed alla prevenzione dei comportamenti di guida pericolosa. Numerosi sono stati i controlli ai soggetti sottoposti agli arresti domiciliari e quelli di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacentiNel corso di tali attività, i militari hanno arrestato tre persone, denunciandone altrettante

A finire in manette il 30enne Alessio Lanari, livornese, arrestato a seguito delle sue ripetute violazioni delle prescrizioni degli arresti domiciliari, cui era sottoposto per i reati di rapina e spaccio di droga. Stessa sorte è poi toccata a due cittadini nordafricani: il 41enne Anis Chemsi, tunisino, ed il 33enne Radoune Talbi, marocchino, entrambi arrestati e condotti in carcere, dovendo gli stessi scontare ancora una pena, rispettivamente, di 1 anno e dieci mesi e 1 anno e 8 mesi per reati legati allo spaccio di stupefacenti. In particolare il Talbi, al momento di essere prelevato dalla propria abitazione, è stato trovato dai carabinieri in possesso di alcuni grammi di eroina, che è stata sequestrata.

Due ragazzi livornesi, invece, sono stati denunciati in stato di libertà per oltraggio a pubblico ufficiale. Si tratta di un 25enne, pregiudicato, e di una 20enne, incensurata. I due, nel corso di un controllo a bordo della loro auto, si sono resi responsabili di frasi oltraggiose nei confronti di un equipaggio del nucleo radiomobile.

Durante l’attività di contrasto al fenomeno dello spaccio di droga, infine, i militari hanno denunciato un 42enne livornese, pregiudicato, il quale, nel corso di una perquisizione al proprio domicilio è stato trovato in possesso di circa 7 grammi di cocaina, suddivisa in dosi, una bilancia di precisione e numeroso materiale per il confezionamento dello stupefacente.

Riproduzione riservata ©