Bidoni tossici in mare, nessun colpevole

Mediagallery

Settantuno fusti mai trovati e dispersi in mare, eppure il fatto, per il tribunale di Livorno, “non sussiste”. Sono stati infatti assolti i tre imputati in aula con rito abbreviato, per i 198 fusti tossici persi in mare al largo di Gorgona dall’Eurocargo Venezia l’ormai 17 dicembre 2011. Ben 71 bidoni non sono stati mai recuperati. Per il giudice per l’udienza preliminare Antonio Del Forno, il “fatto non sussiste”. L’accusa perle persone coinvolte era quella di disastro ambientale.
Tra gli imputati in concorso il comandante della nave Pietro Colotto, 65 anni, Salvatore Morello, 49, responsabile del magazzino della Isab, produttrice del rifiuto, e Mario Saccà, 57 anni,
spedizioniere della merce-rifiuto, amministratore F.lli Saccà.

Riproduzione riservata ©