In bici nei fossi, la prova anche l’assessore

Mediagallery

Una bici che pedala nei fossi? Sì è possibile. Ed oggi ogni livornese che la vorrà provare potrà farlo nello specchio d’acqua che guarda la Fortezza Nuova (clicca le foto sotto all’immagine principale per ingrandirle e accedere alla gallery di Simone Lanari). L’invenzione di Alessandro Petta (che molti suoi amici prendendo spunto dal cognome hanno ribattezzato “Pettalò”) il 18 settembre è stata disponibile per un giro-gratis.
Il progetto originario consisteva nel giro completo dei fossi  in sella a delle normali biciclette sulle quali una volta montato un particolare kit di galleggiamento (shuttle bike) permette a queste normalissime biciclette di navigare sulle acque,abbattendo cosi una barriera che nei tempi passati poteva sembrare una cosa impossibile. L’ide adi Petta è proprio questa:  creare un nuovo tipo di turismo nella nostra città proprio sfruttando un potenziale enorme come quello dei suggestivi “fossi”.
Questa mattina, invitato dall’inventore, è arrivato anche l’assessore alla Mobilità e al Traffico Giovanni Gordiani che ha voluto fare un tour di prova in sella allo shuttle bike.
“Non sono cascato in acqua e quindi questo è il primo obiettivo raggiunto – scherza l’assessore Gordiani -Comunque a parte gli scherzi vivere i fossi in questa maniera, nel silenzio della pedalata è davvero un’esperienza indimenticabile. Spero possa diventare presto un progetto concreto qui a Livorno non solo pedalare sulla strada ma anche pedalare nei fossi. Sono stabili, io sono pesante e se regge me – conclude con il sorriso sulle labbra il membro della Giunta Nogarin – può reggere tranquillamente il 99% dei livornesi”.

Riproduzione riservata ©