Al mare a tutti i costi, multe a raffica

Mediagallery

Continuano le soste sui marciapiedi, attraversamenti pedonali e aree verdi. La domenica, 12 luglio, appena trascorsa ha visto elevare altre 270 sanzioni in 12 ore: dalle 8 alle 20. Sembra ormai un numero fisso: sono almeno fra le 200 e le 250 infatti le multe che vengono fatte ogni domenica, circa 350-400 se consideriamo anche il sabato. E la ragione nella maggior parte dei casi è il desiderio di sostare vicino al mare, per un tuffo o un aperitivo. Nello specifico, le zone dove sono fioccati più foglietti rosa sono state fra i Pancaldi e i Rex, fra l’Accademia e La Vela, lungo il Romito. Continuano inoltre le multe al santuario di Montenero, dove si preferisce parcheggiare davanti alla chiesa, nonostante il divieto, anziché recarsi al piazzale sottostante.
Nel corso della domenica la municipale ha effettuato anche controlli in centro con i vigili-ciclisti. In particolare sono state controllare le piste Carducci, Avvalorati, via Sauro, via Grande, lungomare, parchi Centro Città e Pertini e le aree pedonali via della Madonna e piazza Grande. Il servizio, visto positivamente dai cittadini, ha portato ad elevare una sanzione per una sosta sulla pista ciclabile Sauro da parte di un’auto, 7 sanzioni per sosta su marciapiede da parte di altrettanti 7 sanzioni, una multa per sosta nell’area pedonale in via della Madonna e una sanzione per un’auto in sosta dentro un’aiuola in viale d’Antignano di fronte a piazza Paracadutisti Nembo. In via Soffredini è stata rimossa una bici perché pericolosa per i pedoni.

Riproduzione riservata ©