Assemblea Ctt Nord, i soci confermano fiducia al Cda

Mediagallery

Nella sede della CTT Nord di Pisa si è tenuta un’Assemblea dei Soci durante la quale il presidente Alfredo Fontana e l’amministratore delegato Alberto Banci hanno relazionato sull’andamento della gestione ad un anno e mezzo dall’aggregazione delle aziende storiche di Pisa, Livorno e Lucca in un’unica realtà.
Nel corso dell’assemblea sono stati illustrati i dati gestionali che delineano un trend di progressivo miglioramento dei conti aziendali, con la previsione di raggiungere nel 2016 utili di bilancio. Viene dunque rispettato il programma previsto dai soci, che con l’operazione di aggregazione delle aziende storiche hanno posto agli amministratori l’obiettivo di preparare adeguatamente la CTT Nord per partecipare alla gara regionale per il trasporto pubblico. Le azioni di risanamento messe in atto dal Cda sono mirate a portare i costi aziendali in linea con i parametri standard fissati dalla Regione, in modo tale da poter formulare un’offerta competitiva.
Proprio ieri la Giunta regionale annunciava un concreto passo in avanti verso la gara, informando che a settembre avverrà l’apertura delle buste con le offerte, mentre a gennaio 2015 sarà assegnato il servizio al vincitore.
Nel corso dell’assemblea i rappresentanti dei soci hanno espresso unanimemente sostegno e apprezzamento per le azioni messe in campo dal Cda in questi 18 mesi, ritenendo il lavoro promosso da presidente e amministratore delegato coerente con gli obiettivi prefissati dai soci nel contesto dell’operazione di aggregazione societaria.
In particolare è stata confermata piena fiducia e sostegno da parte di tutti i soci, sia pubblici che privati, nell’operato del presidente Fontana, invitato a proseguire il percorso intrapreso.
È stato infine ricordato che CTT Nord, società a nata nell’ottobre 2012 dall’aggregazione delle storiche aziende locali di Pisa, Livorno e Lucca e la partnership con i soci privati (CAP di Prato e Lazzi di Firenze), costituisce un’esperienza unica a livello nazionale ed è oggi la più grande realtà regionale del settore, con circa 1.200 lavoratori, circa 900 autobus e un territorio di riferimento esteso tra le province di Livorno, Pisa, Lucca, Massa-Carrara, Pistoia e Arezzo).

 

Riproduzione riservata ©