Arresto cardiaco: il defibrillatore lo salva

Mediagallery

Nella mattinata del 14 marzo intorno alle 10.45 si sono vissuti attimi di paura all’interno della fabbrica Pierburg di via Salvatore Orlando. Un uomo di 38 anni si è accasciato al suolo accusando dolore al petto a seguito di un arresto cardiaco. Fortunatamente la fabbrica è dotata di un defibrillatore semi automatico che è stato usato due volte dai colleghi del 38enne. Immediatamente sono partite le chiamate al 118 che ha inviato sul posto la Svs e una Misericordia di Montenero con medico a bordo. L’operaio è stato stabilizzato e trasportato in gravi condizioni al pronto soccorso privo di coscienza. Ad attenderlo i medici che hanno allertato la shock room.
Le notizie che sono sopraggiunte a seguito del drammatico evento è che il 38enne, pur rimanendo sotto stretto controllo in ospedale, sembrerebbe fuori pericolo di vita. Ancora una volta dunque si dimostra salvifico l’uso del “Dae” nei luoghi di lavoro e la capacità di utilizzarlo tramite corsi appropriati dai dipendenti di aziende, locali pubblici, fabbriche e uffici.

Riproduzione riservata ©