Seminario, Andrea Bocelli ospite d’eccezione

Mediagallery

Il Seminario di Livorno ha avuto, come ospite, Andrea Bocelli. Il Maestro ha offerto ai seminaristi e ad alcuni giovani, la sua testimonianza di fede spaziando dall’esperienza di vita personale alla sua carriera di cantate e del mondo dello spettacolo. Il Maestro, dopo un saluto iniziale, ha dato ampio spazio alle domande dei presenti. Tra i tanti spunti e riflessioni, uno in particolare ha colpito: il mondo non è qualcosa da demonizzare, da evitare e dal quale fuggire. “Nel mondo è possibile – dice Bocelli – ricercare la felicità sulla via della fede, anche nell’esercizio dei più disparati doni che il Signore ci rende”.
II Maestro ha raccontato della sua devozione alla Madonna di Montenero, della sua continua e profonda ricerca, della misericordia sottolineata dall’attuale Pontefice, esortando poi, i seminaristi ad una testimonianza sempre forte e fedele al messaggio evangelico. Bocelli ricordando e citando la storia di Beda il Venerabile, raccontatagli dall’amico Cantalamessa, ha ricordato la necessità della testimonianza in un mondo immerso nella cultura del “relativo”: “la fede cristiana potrebbe ritornare nel nostro continente e nel mondo secolarizzato per la stessa ragione per cui vi fece il suo ingresso: come l’unica, cioè, che ha una risposta sicura da dare ai grandi interrogativi della vita e della morte”.

Tratto dal quotidiano online della diocesi Lasettimanalivorno.it

Riproduzione riservata ©