Addio cabine telefoniche, ecco la mappa delle “attive”

Consultate la mappa interattiva di quelle ancora attive. Inviando una mail sarà possibile salvarle

Mediagallery

Durerà ancora alcuni mesi la dismissione delle cabine telefoniche in tutta Italia (guarda qui la mappa interattiva di quelle ancora attive). L’operazione è in corso anche in città e molti di voi, forse, lo avranno notato dagli avvisi apparsi sul vetro dei telefoni.
Chi di voi, incuriosito, si è avvicinato per leggere la comunicazione avrà inoltre scoperto che alcune verranno smantellate non prima del 16 giugno, come la postazione sul viale Risorgimento. Quella a Colline non è comunque l’unica ancora attiva. Da una ricerca è emerso che a Livorno ce ne sono 183 e molte sono ancora classificate come attive. Quali sono? Potete “divertirvi” a cercarle voi utilizzando il link a inizio articolo. Tuttavia se siete affezionati al telefono che avete sotto casa e volete “salvarlo” Telecom vi dà la possibilità di opporvi. Come? Inviando una segnalazione alla direzione Agcom, tramite l’indirizzo mail pec [email protected] entro il termine perentorio di 30 giorni che decorre dall’affissione del cartello adesivo (cliccate qui per maggiori informazioni).  Va detto che alcuni esemplari si salveranno senza alcuna richiesta: quelli collocate negli ospedali, nelle caserme, in alcune scuole e forse quelli collocate in qualche Comune con scarsa copertura della rete mobile. Il perché di questa scelta – nata da una decisione notificata con delibera pubblicata in Gazzetta ufficiale numero 77 del 2 gennaio 2010, nella quale l’Agcom autorizzava la società gestore del servizio, la Telecom, a rimuovere le cabine – è molto semplice: un declino costante nel loro utilizzo che ha finito per trasformare questi rettangoli rossi in arredo urbano.molto semplice: un declino costante nel loro utilizzo che ha finito per trasformare questi rettangoli rossi in arredo urbano.

Riproduzione riservata ©