Acquisti consapevoli? Un nuovo marchio sui prodotti. Iniziativa della Camera di Commercio

Sulla pagina web della Camera di Commercio di Livorno (www.li.camcom.gov.it) tutte le informazioni necessarie e l’apposita modulistica

di admin

Mediagallery

Da oggi i consumatori livornesi avranno un’arma in più per poter fare acquisti consapevoli e di qualità. La Camera di Commercio di Livorno ha infatti registrato il marchio “Garanzia del consumatore Camera di Commercio di Livorno” che sarà garante di affidabilità sia per l’acquirente che per l’imprenditore stesso. Una “G” ed una “C”, intersecate in basso e di colore rosso ed arancione, saranno la rappresentazione grafica del marchio, accompagnato a destra dal logo camerale ordinario di Livorno. La CCIAA, concederà in uso non esclusivo e gratuito, il marchio alle imprese che ne faranno richiesta e che s’impegneranno a rispettare il Codice di comportamento promosso dalla Camera di Commercio stessa.
Quattro i requisiti fondamentali per poter richiedere il marchio: essere regolarmente iscritti al Registro Imprese della CCIAA, non essere dichiarati falliti né sottoposti ad altre procedure concorsuali, essere in regola con il pagamento del diritto annuale a favore della CCIAA ed essere dotati di indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) attivo.
“Siamo i secondi in Italia, dopo Venezia, ad aver registrato questo tipo di marchio – ha spiegato il segretario generale della CCIAA, Pierluigi Giuntoli – questo per offrire maggior tutela ai consumatori ma anche per distinguere gli imprenditori più virtuosi. Solo chi sarà in possesso dei requisiti richiesti potrà usufruire del marchio. Ma sia chiaro che non è ad vitam, ci occuperemo di controllare lo stato delle imprese ed anche in questo caso, la collaborazione dei consumatori sarà fondamentale nel segnalare eventuali incongruenze”.
Assieme al marchio, dopo ripetute richieste, la Camera di Commercio ha stilato un codice di comportamento per gli agenti immobiliari. Anche in questo caso, la CCIAA sarà garante della correttezza, rispetto, professionalità e trasparenza delle imprese di mediazione immobiliare, un ambito questo, molto soggetto ad irregolarità ed abusivismo.
“Il confine fra imprenditore e consumatore è molto labile, perché consumatori lo siamo tutti – ha concluso il presidente della camera di Commercio di Livorno, Sergio Costalli – questo marchio deve essere un valido strumento per far prevalere la trasparenza, in un mercato dove predomina l’opacità dei rapporti, dell’illegalità, dell’abusivismo e dell’evasione fiscale. Ben vengano queste iniziative il cui cardine è la collaborazione e la trasparenza, ma soprattutto il contributo fattivo delle imprese e dei consumatori”.
Sulla pagina web della Camera di Commercio di Livorno (www.li.camcom.gov.it) tutte le informazioni necessarie e l’apposita modulistica per poter richiedere il marchio, nonché il Codice di comportamento degli agenti immobiliari. Successivamente, ad ulteriore garanzia, verrà pubblicato l’elenco completo di tutte le imprese aderenti al marchio.

Riproduzione riservata ©