Aci, premiati i patentati di lungo corso. Gli “Accademici della guida”: i nomi

Mediagallery

Come da tradizione, si rinnova l’appuntamento annuale con l’Assemblea ordinaria dei Soci. Un necessario momento di riflessione per valutare un rendimento rivelatosi ancora positivo per le molteplici attività dell’Aci Livorno, fissato in seconda convocazione il 28 aprile alle ore 16.30 nel celebre Castello Pasquini di Castiglioncello. L’assemblea è chiamata a deliberare sull’ordine del giorno basato su tre punti principali. Oltre alla fisiologica approvazione del Bilancio d’Esercizio per quanto riguarda l’anno 2013, il programma dell’evento prevede anche l’immancabile parentesi dedicata alle relazioni del Presidente dell’Aci Livorno Franco Pardini e del Collegio dei Revisori dei Conti nella persona del Presidente Franco Bassani. Oltre a questo corollario di momenti rituali, tra i punti in discussione, è prevista poi la votazione per l’approvazione delle importanti modifiche apportate dall’Ente al proprio Statuto.

I premiati. Anche stavolta però, l’evento più atteso sarà la parallela premiazione della fedeltà dei soci (l’elenco dei premiati è consultabile grazie al link al pdf che si trova in fondo all’articolo). Tutti tesserati Aci che, sia per meriti anagrafici sia per il continuo affetto dimostrato nei confronti dell’Ente, hanno guadagnato il diritto di entrate in questo elitario elenco suddiviso in differenti categorie in base alla fascia d’età di appartenenza. “Veterani”, “Pionieri”, “Maestri” e “Accademici della Guida”. Vale a dire ben 55 soci complessivamente con in tasca una patente da almeno 40, 50, 60 e 70 anni, sfileranno così in parata davanti ai vertici dell’AC provinciale per ricevere un prestigioso omaggio ricordo. Il gruppo più folto sarà ovviamente quello anagraficamente medio rappresentato dai Pionieri (33 esponenti). Mentre, oltre a 13 Veterani (tra cui il più ‘giovane’ di questa edizione, Claudio Calvi, automobilista dal 1972) e 7 Maestri, le luci della ribalta si accenderanno soprattutto per il tandem di Accademici in grado di raggiungere l’invidiabile obiettivo delle 70 primavere da piloti: Arrigo Melani e Mario Pulcinelli infatti erano già al volante rispettivamente nel 1943 e nel 1944.

 Chi va piano, arriva lontano. L’assemblea rappresenta infatti un’imperdibile occasione per festeggiare la grande famiglia dell’Automobile Club. Un cerimoniale sviluppato secondo la maggiore anzianità di servizio al volante. Un happening anche per questo sempre gradito e frequentato dai nostri soci, una festa alla quale l’Ente tiene particolarmente. Grazie ai propri soci che per una volta vestiranno i panni dei testimonial d’eccezione, l’Aci Livorno può difatti ribadire ancora una volta il proprio impegno nel veicolare il messaggio di uno stile di condotta in strada sicuro e duraturo. Sempre nel rispetto della prudenza, delle regola e del valore della vita, propria ed altrui.

 Requisiti. All’Assemblea, dove potranno partecipare coloro che mantengano lo status di socio anche alla data di svolgimento, non sono peraltro ammesse deleghe. Qualora il socio sia società o ente dotato di personalità giuridica, potrà partecipare la persona fisica munita di documentazione attestante i poteri di rappresentanza. Al termine poi, l’Aci Livorno sarà come sempre lieta di invitare tutti gli intervenuti a prendere parte ad un simpatico e gustoso rinfresco.

 

Riproduzione riservata ©