Barbecue nel parco: scatta la multa

E' accaduto nel parco pubblico del Cisternino dietro la Lipu. Gli agenti hanno sorpreso due famiglie con le salsicce pronte per essere posizionate su due barbecue con tanto di fiamme alte 50 centimetri. Elevate due multe da 50 euro ciascuna

Mediagallery

Una domenica all’interno del parco pubblico a Cisternino? Non ci sarebbe niente di male se non fosse che avevano acceso due fuochi, pratica assolutamente vietata in un parco pubblico come da regolamento urbano. E’ accaduto il 21 febbraio nell’area di fianco alla Lipu. Le famiglie protagoniste, numerose e di nazionalità mista rumena e livornese, sono state interrotte dalla polizia municipale arrivata sul posto intorno a mezzogiorno su segnalazione della centrale operativa.
Al loro arrivo gli agenti, in borghese, hanno sorpreso i presenti con le salsicce pronte per essere posizionate su due barbecue, con tanto di fiamme alte 50 centimetri. Uno dei due fuochi era stato addirittura acceso a terra. Come da regolamento di polizia urbana – il regolamento della polizia forestale toscana dice che “non sono considerati bosco i parchi urbani, i giardini, gli orti botanici e i vivai” e quindi sarebbe possibile accendere fuochi – sono state elevate due multe da 50 euro ciascuna e i due fuochi fatti spegnere.
Inoltre, la municipale ha inoltrato all’ufficio giardini del Comune la richiesta di installare una segnaletica ben visibile inerente il divieto di accensione di fuochi, con tanto di normativa, all’ingresso di tutti gli accessi al parco. Lato Lipu il cartello c’è ma il parco ha anche un altro ingresso sul retro dove è ripetuto il regolamento del parco ma senza il divieto di accensione fuochi. In base a quanto ricostruito dalla municipale sembra che il custode avesse avvisato le famiglie sul fatto che i fuochi non si potevano accendere.

 

 

Riproduzione riservata ©