Abbattimento degli olmi malati in via delle Sorgenti

Mediagallery

Lunedi 9 maggio inizieranno i lavori di abbattimento degli alberi seccati lungo la via delle Sorgenti. Si tratta di olmi colpiti da una malattia fungina che provoca, in tempi molto rapidi, l’essiccamento della pianta. Un problema per il quale non è stata ancora trovata un’ efficace cura e che negli anni ’60 portò addirittura alla scomparsa in Italia di una gran parte di olmi.
L’ufficio tecnico dell’Amministrazione Provinciale aveva già da tempo messo sotto controllo la situazione, peraltro segnalata anche dalla stampa in questi ultimi giorni, in particolare nell’area lungo la via delle Sorgenti, fino all’intersezione con la SRT 206, e lungo un tratto della SP 555 “delle colline”, che presenta numerose piante malate e ormai seccate. E’ stato, però, necessario aspettare il pieno sviluppo della vegetazione per identificare quali alberi risultassero definitivamente compromessi, per i quali non esiste, purtroppo, altra alternativa rispetto all’abbattimento. In questo periodo, infatti, i tecnici del servizio viabilità hanno potuto verificare lo stato della situazione per pianificare e quantificare i tagli necessari.
I lavori, già assegnati con procedura di somma urgenza, avranno un costo di 50 mila euro, comprensivo di abbattimento e smaltimento degli alberi. Il taglio delle piante si protrarrà per alcuni giorni, pertanto a partire dalle ore 7 del 9 maggio e fino al 10 giugno, lungo la strada provinciale n. 4 via delle Sorgenti e lungo la strada provinciale n. 555 “delle colline”, nei tratti che via via saranno interessati dai lavori, sarà istituito il senso unico alternato, regolato con semaforo e la limitazione della velocità a 30 km/h.

Riproduzione riservata ©