Aamps, anticipata la rimozione delle erbacce

Comune e Aamps hanno deciso per quest’anno di “giocare d’anticipo” intervenendo già nella prima settimana di marzo (anziché ad aprile) con l’attività di diserbo

Mediagallery

Sono antiestetiche, indecorose e, talvolta, risultano da ostacolo al passaggio di pedoni, carrozzine e carrozzelle. Sono le erbacce infestanti che, in vari periodi dell’anno, soprattutto in concomitanza con le piogge e l’innalzarsi delle temperature, spuntano rigogliose in prossimità dei marciapiedi, a ridosso dei muri o, addirittura, dal manto stradale adiacenti alle bocche di lupo e alle caditoie indispensabili per il deflusso delle acque piovane.
Stante la variabilità del clima, con condizioni climatiche spesso favorevoli al proliferare delle piante, Comune di Livorno e Aamps hanno deciso per quest’anno di “giocare d’anticipo” intervenendo già nella prima settimana di marzo (anziché ad aprile) con l’attività di diserbo. Senza utilizzare sostanze chimiche che, seppur efficaci e con effetti di maggiore durata potrebbero risultare dannosi alla flora e alla fauna circostante, 12 operatori saranno continuativamente attivi per 2 mesi avviando le operazioni nel centro cittadino e, progressivamente, estendendole nelle zone periferiche. In tali occasioni si provvederà anche a registrare e segnalare alla Polizia Municipale le presenze di rami e fogliame che sporgono sul suolo pubblico da aree private e che, necessariamente, dovranno invece essere potate come previsto dal regolamento comunale. Per eventuali situazioni particolarmente critiche invitiamo a telefonare al numero verde 800-031.266, inviare un’e-mail all’indirizzo [email protected], scrivere su “whatsapp” (366/62.00.878), facebook o twitter (“Aamps Livorno”) oppure inviare uno o più fotografie avvalendosi della app dedicata di Aamps scaricabile gratuitamente dagli smartphone e dai tablet con sistemi operativi “App Store” e “Android”.

Riproduzione riservata ©