“Voglio una casa o incendio il Comune”

Mediagallery

A distanza di pochi giorni dall’episodio in cui un giovane di 29 anni si è presentato in Comune danneggiando la mobilia del primo piano al grido di “voglio una casa”, martedì 14 aprile, si è presentato un uomo che ha minacciato di dar fuoco al Palazzo Civico se non gli sarà assegnata un’abitazione nel giro di sette giorni.
“Vivo in tenda e voglio una casa o una sistemazione come avete già dato all’altro ragazzo o do fuoco a tutto”, ha gridato presentandosi al primo piano del Comune l’uomo. A calmarlo ci hanno pensato gli agenti della polizia municipale che sono stati minacciati. Il tutto è accaduto intorno alle 9 davanti agli occhi dei commessi comunali e dei dipendenti dell’amministrazione.
Il caos è durato circa venti minuti e stavolta nessun mobile o arredo è stato danneggiato anche grazie alla prontezza degli uomini della municipale che hanno placato gli animi in men che non si dica. L’uomo ha però promesso di tornare con una tanica di benzina martedì prossimo se il suo disagio abitativo non si risolvesse entro quella data.

Riproduzione riservata ©