Vandali al “The Cage”. Rabbia Nogarin

Vetri rotti, lancio di uova, pannelli danneggiati e danni all'interno della biglietteria del Teatro

Mediagallery

La polizia è intervenuta, nel tardo pomeriggio di lunedì 6 giugno, in via del Vecchio Lazzeretto, il The Cage Theatre (foto tratta dalla pagina fb del locale), a causa delle segnalazioni degli allarmi antifurto scattati intorno alle 19,25. Sul posto, insieme alla vigilanza privata, anche i responsabili della struttura che hanno effettuato un controllo all’interno insieme agli agenti. Una volta dentro è stato facile appurare che ignoti, scavalcando il cancello posto in via del Vecchio Lazzeretto, sono riusciti ad accedere all’interno della struttura imbrattando la sede del Teatro e la palazzina dove sono posti i  bagni con lancio di uova. Continuando il controllo si è visto che nel vano cucina, dopo aver distrutto il vetro della porta d’accesso, i vandali hanno messo a soqquadro una parte dei locali adibiti a ripostiglio vivande, sparpagliando a terra numerose confezioni di caffè. Sono risultati danneggiati anche i pannelli del gazebo posti davanti al box-bar adibito alla distribuzione di cibi e bevande.
Dopo aver effettuato questo sopralluogo gli agenti di turno hanno ripreso regolare servizio di pattugliamento ma, a mezzanotte  mezzo circa, sono dovuti nuovamente tornare sul posto a causa di un nuovo allarme scattato. Anche in questo caso i malviventi sono riusciti sempre ad entrare dal cancello di  via del Vecchio Lazzeretto e dopo essersi introdotti all’interno del parco che ospita la struttura e si sono introdotti all’interno della biglietteria rompendo una delle vetrate e prelevando dal suo interno una stampante elettronica, dei biglietti di accesso al locale e buste da lettere bianche. Tutto questo materiale è stato scaraventato per terra. Il responsabile del locale è stato invitato ad effettuare un attento controllo a tutti locali al fine di appurare se fosse stato rubato qualcosa.
MOBY CORTEO SINDACO NOGARIN

La condanna del sindaco Nogarin su fb –  In riferimento alla doppia aggressione perpetrata a danno del teatro The Cage, il sindaco Filippo Nogarin esprime così la condanna per l’avvenimento, la solidarietà ai gestori e il suo impegno per risolvere a breve la questione del teatro di proprietà comunale:
“Gli atti vandalici che hanno danneggiato le strutture del The Cage Theatre mi lasciano esterrefatto. Nell’esprimere la mia condanna, ferma e senza appello, manifesto a Toto Barbato e Mimmo De Rosa sincera solidarietà e vicinanza, anche perché, ho vissuto sulla mia pelle, recentemente, episodi non molto diversi. Il Teatro Mascagni di Villa Corridi, grazie al Cage, ha ripreso vita, divenendo, per i giovani livornesi, e non solo, un punto di riferimento fondamentale. A nome dell’Amministrazione Comunale mi impegno, personalmente, ad incontrare il prima possibile Mimmo e Toto e di affrontare, con loro, la situazione”.
GAZZETTI

La solidarietà di Francesco Gazzetti (Pd)-  “E’ intollerabile quanto accaduto al locale The Cage. Atti di vandalismo simili devono non solo essere condannati con la massima fermezza, ma anche fermati il prima possibile”. Così ilconsigliere del Pd Francesco Gazzetti che, nel condannare l’ignobile gesto, esprime anche la propria vicinanza e solidarietà al gestore Toto Barbato. Non è la prima volta che fatti del genere accadono al The Cage– spiega Gazzetti – . Come spiega lo stesso gestore sono 5 anni che questa situazione va avanti. Sarebbe il caso che l’amministrazione comunale si facesse carico al più presto di questo problema provando a risolverlo e facendo sentire la propria vicinanza a chi si sta impegnando per valorizzare degli spazi di aggregazione importanti per la città”.

Buongiorno Livorno – Gli atti vandalici al The Cage lasciano basiti. Consideriamo grave uno sfregio così forte e reiterato verso una realtà che per anni è riuscita a far rivivere, finalmente, uno dei luoghi più nascosti e abbandonati di Livorno, trasformandolo in un punto di riferimento culturale sia per i giovani e le giovani livornesi ed luogo attrattivo per persone che da fuori vengono a Livorno per godersi ottimi concerti.
Ci auguriamo che il Comune risponda a chi, oltre che alla passione, investe tempo e denaro in questi progetti. Chi amministra la cosa pubblica, politici e funzionari, non può che dare massima attenzione a chi come The Cage rappresenta una delle più importanti realtà imprenditoriali del settore culturale in città.

Riproduzione riservata ©