Furto ghiotto al ristorante La Brace: via manzo e polli

Mediagallery

Ben 11 chili di carne di manzo, un’intera costata ad essere precisi, ma anche polli, posate, mozzarelle e bottiglie di Coca Cola e Fanta e anche il registratore di casa: sradicato e portato via. Non si son risparmiati niente, se non le bottiglie di vino e alcolici, i ladri che nella notte hanno fatto visita al ristorante “La Brace” di via Gramsci. A raccontarlo alla redazione di Quilivorno.it è la moglie del titolare, Mirella che amareggiata spiega al telefono le modalità del furto. “Hanno alzato la saracinesca che non avevamo chiuso a chiave purtroppo e hanno forzato con un piede di porco la porta d’ingresso. Una volta dentro – spiega Mirella – hanno fatto razzia di tutto quello che hanno trovato. La cosa buffa, se così si può dire, che uscendo hanno anche riabbassato la saracinesca forse per non destare attenzioni dei passanti. Ma nessuno ha sentito baccano, nessuno ha visto niente. Il furto è avvenuto nella notte e ad accorgersene è stato mio marito, Luciano, che al mattino ha riaperto il negozio trovando il bancone vuoto e la porta scassinata. Hanno portato via anche le posate dentro i cassetti e la mannaia con cui dividere le costate di carne. Hanno trafugato un interno tronco di costate di manzo di circa 11 chili, poi le cosce di pollo, le mozzarelle. In pratica tutto quello che hanno trovato ma non hanno toccato il vino e i super alcolici”.

Riproduzione riservata ©