Ritrovamento di ossa umane ai Tre Ponti

Mediagallery

IL PRIMO RITROVAMENTO – LEGGI QUI

Ancora un ritrovamento di ossa umane sulla spiaggia dei Tre Ponti. È successo alle 13 di ieri 24 settembre e si tratta del quarto caso in poco tempo dopo i ritrovamenti, sempre ai Tre Ponti, del 10-25 e 26 luglio. A dare l’allarme sono stati alcuni bagnanti. In questa circostanza si è trattato di parte di una costola e altri frammenti di arti inferiori. Sul posto sono intervenuti i carabinieri. I militari non escludono che le ossa possano appartenere a Matteo Maestri, i cui resti riaffiorarono sempre ai Tre Ponti.
Ad ogni modo, le ossa sono state inviate alla medicina legale di Pisa che le analizzerà per stabilire, attraverso il Dna, a chi appartengano. Oltre a Maestri ci sono due dispersi negli ultimi mesi nel mare livornese. Antimo Mormile, 22 anni, di Altopascio, disperso dal 16 dicembre 2012 quando la macchina del padre sulla quale viaggiava venne abbandonata lungo il Romito, e Michel Thomas, 68, che il 19 aprile 2012 si trovava a  bordo una barca a vela in compagnia di otto studenti quando cadde in acqua.

Riproduzione riservata ©