Ubriaco in auto uccise 2 persone: in galera

Il camionista deve scontare una pena residua di 6 anni ed 8 mesi di reclusione per il reato di omicidio colposo plurimo e guida in stato di ebbrezza

Mediagallery

La notte del 1° novembre del 2013, in via delle Sorgenti, a bordo della sua Volvo si schianto contro un’auto con cinque livornesi all’interno, di età compresa tra i 57 ed i 66 anni, intenti a tornare a casa dopo una serata trascorsa a ballare a Vallechiara. Il bilancio del tragico impatto fu di due morti e tre feriti, con l’auto dei cinque livornesi letteralmente scaraventata fuori dalla carreggiata. L’uomo, il 40enne rumeno Nelu Casangiu, camionista, fu invece trovato positivo all’alcol test con 2,67 gr/l ed arrestato per omicidio colposo plurimo e guida in stato di ebbrezza.
casangiuNella serata di mercoledì, a distanza di quasi tre anni da quel fatto, Casangiu è stato nuovamente arrestato su ordine di carcerazione emesso dalla procura di Livorno. I carabinieri di Collesalvetti, infatti,  sono andati a prelevarlo dalla sua abitazione dovendo lo stesso, a seguito di condanna per quel tragico evento, scontare una pena residua di 6 anni ed 8 mesi di reclusione per il reato di omicidio colposo plurimo e guida in stato di ebbrezza. L’uomo si trova ora rinchiuso in carcere.

 

Riproduzione riservata ©