Si fanno amica l’anziana e le svaligiano casa

Mediagallery

LIVORNO  – Prima diventano amica della genitile anziana di novant’anni e poi le svaligiano casa. E’ successo in Borgo Sant’Jacopo in Acquaviva ad una “nonnina” livornese che si è vista trafugare dall’interno della sua abitazione 300 euro in contanti, alcuni gioielli e altri preziosi.
Il tutto è iniziato circa due settimane fa in quanto la donna quotidianamente si sottoponeva a delle terapie e, allo stesso orario, la venivano a prendere dei volontari per accompagnarla al distretto sanitario.
Notando la scena che si ripeteva ogni giorno, due uomini di circa trent’anni con uno spiccato accento dell’Est (uno alto e robusto e l’altro più magrolino e basso) avevano iniziato ad attendere l’anziana sotto casa e con il tempo avevano tessuto con lei un ottimo rapporto entrando in confidenza tanto che spesso svolgevano per lei anche delle piccole commissioni.
Una tecnica subdola in quanto i due, stando alla ricostruzione dei carabinieri, approfittando della fiducia guadagnata nei giorni, le avevano sfilato le chiavi di casa e fatto una copia.
Così ieri mattina la novantenne, mentre aspettava il passaggio per il distretto sanitario, ha notato i due “amici” che scendevano da casa sua con alcuni sacchetti in mano. Insospettita ha chiesto loro cosa ci facessero e per tutta risposta si è sentita dire che stavano controllando il palazzo perché in giro c’erano dei ladri.
La “nonnina” salendo a casa sua si è accorta che la porta era rimasta aperta ma senza segno di effrazione alcuna. Dentro tutto a soqquadro e dai cassetti mancavano all’appello contanti e gioielli.
Sul posto sono così intervenuti i carabinieri che ora sono sulle tracce dei ladri.

 

Riproduzione riservata ©