Tragedia sfiorata, crolla il contro-soffitto di un bar. Parla il titolare: “Siamo miracolati”

di gniccolini

Mediagallery

Tragedia sfiorata, sabato 21 giugno, in pieno centro. Intorno alle 15.40 il contro-soffitto del Bar Cavour, locale situato dirimpetto alla statua dell’omonima piazza, è crollato davanti agli occhi attoniti del titolare Franco Bonomo e di sua moglie Rosella che erano dietro al bancone intenti a lavorare (clicca il link in fondo all’articolo per ascoltare e vedere la video-testimonianza del proprietario del bar e guardare la fotogallery di Simone Lanari).
Fortunatamente nessun cliente sotto al punto del cedimento, ma tutti fuori in veranda per cercare di difendersi dalla calura estiva di questa prima giornata d’estate.
“E’ stato un attimo – ha detto il proprietario del bar ancora sporco di polvere e calcina – mi è crollato il solaio davanti agli occhi in un secondo. E’ stato un miracolo che nessuno si sia fatto male. Mia moglie è dovuta andare in ospedale per farsi controllare a causa dello spavento e dell’infarto che ha avuto un anno fa. Grazie a Dio tutti i miei clienti erano fuori in veranda e a quel tavolino (indica quello sotto le macerie, ndr) erano seduti due tedeschi poco prima che succedesse l’incidente. Si erano alzati e avevano pagato per andare via appena due minuti prima del crollo, altrimenti sarebbe stata una vera tragedia”.
Sul posto si sono precipitati i vigili del fuoco e gli agenti della polizia. Adesso gli inquirenti dovranno accertare le cause del crollo che solo per miracolo non ha travolto nessuno.

Riproduzione riservata ©