Tragedia al cantiere, 10 avvisi di garanzia

Mediagallery

Sarebbero una decina gli indagati per la morte dell’elettricista 38enne napoletano, Gabriele Petrone, a bordo della nave oceanografica Urania avvenuto il 25 agosto nel bacino galleggiante. Nell’incidente sono rimaste ferite anche 12 persone. L’accusa di reato per la quale è stato aperto il fascicolo è di omicidio colposo.

Riproduzione riservata ©