Furti ai distributori di cibo. Inchiodati dalle telecamere

Mediagallery

Sono stati individuati i responsabili dei furti in serie perpetrati in città ai danni dell’esercizio commerciale di distribuzione  automatica di  bevande/brioches con insegna “Caffè Express”, preso di mira dagli indagati che lo hanno svaligiato in più occasioni: il 26 maggio e ancora prima il 28 aprile di quest’anno.

La squadra mobile diretta dal dirigente Testaì ha dunque messo nel mirino i responsabili: un uomo e una donna livornesi. Gli agenti della questura hanno effettuato una perquisizione nella loro abitazione di via Giordano Bruno (abitazione Casalp occupata abusivamente dagli indagati). All’interno dell’appartamento sono stati  rintracciati gli indumenti indossati dai malviventi in occasione dei furti e immortalati nelle immagini del sistema di videosorveglianza dell’esercizio commerciale.

quest1Infatti, il personale della polizia intervenuto ha acquisito i filmanti delle telecamere del circuito di videosorveglianza installate all’interno del “corner”,  constatando che avevano  “immortalato” le furtive gesta dei due individui, consentendo così di acquisire le  immagini dei loro volti e degli indumenti dagli stessi indossati.

Il video ha dunque consentito di indirizzare le indagini sui due indagati chiedendo alla Magistratura la perquisizione dell’abitazione dalla quale è emerso il ritrovamento della bicicletta identica a quella utilizzata per compiere i furti, oltre che di altri beni con ogni probabilità provento del reato.
La Squadra Mobile è riuscita anche a rientrare in possesso di  uno dei due conta-monete elettronici (del valore circa 600 euro), asportati dall’interno del “corner”e abbandonato dagli indagati subito dopo il furto.

Riproduzione riservata ©