Svaligiano lavanderia, arrestato livornese. Ricercato il complice

Le indagini dei militari proseguono al fine di identificare anche il complice. I due rubarono monete da 1 e 2 euro dalla lavanderia "Self-Service Lavasciuga" in Corso Amedeo

Mediagallery

Nel primo pomeriggio del 16 novembre scorso due uomini, dopo essersi introdotti all’interno della lavanderia “Self-Service Lavasciuga”, in Corso Amedeo, scassinavano alcune gettoniere delle lavatrici presenti nei locali riuscendo a sottrarre numerose monete da 1 e 2 euro, nonché una gran quantità di gettoni riuscendo poi a dileguarsi.
A distanza di meno di due mesi però i militari della Compagnia di Livorno, al termine delle indagini avviate immediatamente dopo il furto, sono riusciti ad identificare e a dare un volto ad uno dei due malviventi nei confronti del quale, nella giornata di ieri, è stato emesso dall’Autorità Giudiziaria un ordine di carcerazione. I Carabinieri hanno così tratto in arresto il 44enne Massimiliano Rossi, pregiudicato di Livorno, prelevato ieri dalla sua abitazione, dove tra l’altro si trovava agli arresti domiciliari per scontare una pena di 6 mesi per Resistenza a pubblico ufficiale e condotto in carcere con l’accusa di furto aggravato in concorso. Le indagini dei militari proseguono al fine di identificare anche il complice.

Sempre ieri i carabinieri della Compagnia, nel corso di un servizio di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno denunciato in stato di libertà il 25enne E. F., sorpreso in possesso di circa 3 gr. di Hashish. Contestualmente i militari hanno segnalato all’autorità prefettizia anche un 55enne quale assuntore di sostanze stupefacenti.

 

Riproduzione riservata ©