Super tasso alcolemico, 5 patenti ritirate

Controlli dei carabinieri durante il fine settimana dell’Epifania. In 5 trovati alla guida con 2,40 grammi per litro

Mediagallery

Numerosi i servizi di controllo effettuati, durante il fine settimana dell’Epifania, dai carabinieri del Comando Provinciale di Livorno. L’intera attività, alla quale ha preso parte anche personale del Nucleo Cinofili, ha visto i militari impegnati su diversi fronti: dalla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio, al controllo delle persone sottoposte agli arresti domiciliari, alla repressione del fenomeno dello spaccio delle sostanze stupefacenti.
Il bilancio finale è stato di una persona arrestata per spaccio, 12 denunce per reati vari ed oltre 70 grammi di stupefacente sequestrati.

Intensificati anche i controlli alla circolazione stradale, dove particolare attenzione è stata posta alle violazioni inerenti la guida di autoveicoli in stato di ebbrezza alcolica ( art. 186 C.d.S.), a seguito dei quali sono state ritirate 5 patenti di guida. Tra i molti automobilisti controllati 5 sono risultati positivi all’alcoltest con valori, in alcuni casi, anche superiori ai 2,40 g/l. I trasgressori sono stati pertanto denunciati per guida in stato di ebbrezza alcolica con conseguente ritiro delle rispettive patenti di guida.

A finire in manette è stato il 30enne Yaw SAFO, di origine ghanese, regolarmente presente sul territorio nazionale. L’extracomunitario, fermato ad un posto di controllo mentre era alla guida della propria autovettura, tra l’altro privo di patente, è stato trovato in possesso di oltre 38 gr. di Marijuana, già suddivisa in dosi e pronta ad essere smerciata. Nel corso di analoga attività, sono state poi denunciate in stato di libertà altre 4 persone trovate, complessivamente, in possesso di oltre 27 grammi di droga.

I militari hanno, inoltre, deferito all’A.G. altre 2 donne responsabili entrambe del reato di furto. La 22enne G. C. e la 20enne G. G., pregiudicate, sono infatti state sorprese all’interno del Supermercato “Penny Market” di via Mastacchi, mentre asportavano diversi prodotti riposti sugli scaffali.  Infine, si è proceduto al controllo dei numerosi soggetti sottoposti al regime degli arresti domiciliari, al fine di verificarne l’effettiva presenza nonché l’eventuale violazione degli obblighi impostigli.

 

Riproduzione riservata ©