Sullo scooter rubato: uno fugge l’altro viene preso

Mediagallery

Pizzicato con lo scooter rubato si dà alla fuga ma invano. E’ successo nella nottata di ieri quando gli agenti delle volanti, pattugliando via degli Acquedotti per un normale servizio di controllo del territorio, hanno notato uno scooter Aprilia Scarabeo 50 con a bordo due persone che stavano viaggiando a velocità sostenuta.
Mentre la pattuglia si stava avvicinando al motorino il giovane alla guida dello stesso girandosi si è accorto della presenza della macchina della polizia. Con un guizzo il passeggero si è lanciato dalla sella e si è dato alla fuga a piedi correndo a gran velocità in direzione zona “Campo di Marte” sparendo dalla vista degli operatori. L’altro, alla guida, è rimasto sullo scooter acceso e prima che potesse di nuovo accelerare per darsi alla fuga è stato bloccato. Il mezzo a due ruote, che si presentava privo di chiave e con il blocchetto di accensione forzato, dall’immediato controllo della targa e del telaio risultava provento di furto denunciato in data 23 febbraio scorso alla stazione dei carabinieri di Ardenza.
Lo straniero, S.M. nato a Casablanca (Marocco) nel 1987, è stato accompagnato in Questura per ulteriori controlli dai quali è emerso che era già conosciuto alla polizia per alcuni reati. Il 28enne è stato quindi denunciato per il reato di ricettazione in concorso (ex Art 648 e 110 c.p.) con l’altra persona da identificare, di sesso maschile, di presumibile etnia magrebina.
Lo scooter è stato così riconsegnato al legittimo proprietario che ha potuto constatare la rottura della marmitta, della freccia posteriore destra e della leva freno sinistra, nonché del blocchetto di accensione.

Riproduzione riservata ©