Stampella in testa al rivale: zuffa tra 15enni

Mediagallery

La polizia municipale è stata impegnata in questi giorni in due casi che riguardano ragazzi minorenni. Domenica 22 febbraio alle 14.30 circa, a una fermata dell’autobus in via dell’Ardenza, alcuni minori si sono azzuffati. Un ragazzo di 15 anni ha dato una stampella di metallo in testa ad un coetaneo per motivi ancora da chiarire. Gli agenti della polizia municipale lo hanno rincorso e bloccato. Il ferito è stato condotto al pronto soccorso dove è stato medicato per una ferita alla testa. Tutti i minori coinvolti nella rissa sono stati identificati ed è in corso una indagine penale.

Motorino rubato, fermato un minorenne – Il secondo caso che ha coinvolto minori e ha visto protagonista la municipale risale al 20 febbraio alle 11.15 circa, due agenti della Polizia Municipale in servizio di pattugliamento del territorio hanno fermato un ciclomotore che transitava in via dell’Artigianato, intersezione via March. Il motorino, un Aprilia Runner, era condotto da un ragazzo di origine albanese, del 2000, residente a Livorno. A richiesta del titolo abilitativo alla guida il ragazzo ha risposto di non essere in possesso del certificato di idoneità tecnica per la guida di ciclomotore, in quanto mai conseguito.  Ha dichiarato inoltre di non avere con sé alcun documento di identità.
Dagli accertamenti sulla targa del ciclomotore gli agenti hanno verificato che il mezzo risultava rubato, con denuncia sporta il 18 febbraio. Il ragazzo è stato quindi portato al Comando per gli accertamenti di identificazione. Delle operazioni è stato informato il magistrato di turno del Tribunale dei Minori Contestualmente è stato contattato il proprietario del ciclomotore per la riconsegna.

 

 

Riproduzione riservata ©