Spunta la sesta auto bruciata nella notte

Mediagallery

Spunta la sesta auto bruciata dal piromane nel blitz incendiario di sabato notte. A scoprirla è stata la proprietaria, una libera professionista livornese, che aveva parcheggiato la sua auto venerdì sera in via Demi (zona viale Marconi-piazza Magenta) per poi riprenderla solo lunedì 13 aprile alle 14 per recarsi al lavoro. A prender fuoco il tergicristalli e il parabrezza della sua Kia Ceed di colore blu e parte dello specchietto lato guidatore. Con tutta probabilità a dar fuoco all’auto è la stessa mano che ha colpito sabato nella notte tra le 2,30 e le 4 del mattino in varie zone di Livorno tra cui alcune vie poco distanti dall’incendio verificatosi proprio in quella strada alla sua auto (clicca qui per leggere delle auto e del furgone devastati dalle fiamme).
Sul parabrezza, come si vede anche dalle foto, il piromane ha lasciato lo straccio bianco con fantasia floreale (andato in parte bruciato) imbevuto probabilmente di liquido incendiario.
Lo scorso 10 marzo fu preso, dopo laboriose indagini, e arrestato l’incendiario dell’auto della polizia municipale sui cui si addensavano anche i sospetti relativi alle altre auto a fuoco negli ultimi mesi nella nostra città. Il livornese di 46 anni ritenuto responsabile è attualmente ai domiciliari dal 9 marzo scorso.

Riproduzione riservata ©