Spaccio nei boschi: preso pusher dalla Forestale

Mediagallery

Durante un servizio di controllo dei boschi intorno a Livorno le guardie forestali che sempre più spesso si trovano a contrastare il fenomeno dello spaccio di droga hanno arrestato un pusher sulle nostre colline. Sabato scorso, il 20 settembre, il personale del comando di Montenero del Corpo Forestale, percorrendo il bosco in località “Piastraie”, vicino a Valle Benedetta, ha notato alcuni movimenti sospetti a margine del bosco. La pattuglia quindi si è appostata nelle vicinanze all’interno del bosco, osservando nascosta nella fitta vegetazione quanto stava accadendo. Nascosti anch’essi nel bosco vi erano due nordafricani, intenti a parlare. Poco dopo dalla strada è arrivato un terzo uomo che richiamava l’attenzione dei due extracomunitari i quali uscivano dal loro nascondiglio per vendere la droga.
A quel punto i tre forestali hanno deciso  di intervenire per mettere fine all’attività di spaccio ma i soggetti, alla vista degli agenti, si sono dati ad una fuga  precipitosa all’interno del bosco. Iniziava così un inseguimento reso difficoltoso dalla vegetazione intricata del bosco che si è conclusa con la cattura di uno degli extracomunitari  (K. S. le sue iniziali, 33 anni, di nazionalità marocchina) mentre gli altri due, favoriti dall’impervietà dei luoghi, sono riusciti  a sottrarsi alla cattura.
Durante la fuga  il 33enne ha provato a a disfarsi del denaro e della droga in suo possesso ma il tutto è stato prontamente visto e raccolto dal personale sul posto. Si procedeva così al sequestro di 6,50 grammi di cocaina e di quasi mille euro in banconote frutto dello spaccio oltre ad una bilancina di precisione e due cellulari. L’extracomunitario è stata poi accompagnato in questura per l’identificazione e gli accertamenti di rito. Sentito il magistrato di turno, visto la quantità limitata di droga rinvenuta e che il soggetto non aveva precedenti penali, lo spacciatore è stato denunciato a piede libero. L’intervento prosegue l’opera già svolta dal Corpo Forestale contro questo fenomeno purtroppo frequente nei boschi intorno a Livorno. Varie operazioni, condotte anche in collaborazione con le altre forze di polizia per contrastare il fenomeno, hanno portato a denunciare e in alcuni casi ad arrestare i responsabili dello spaccio, permettendo di contenere il fenomeno nelle zone dove esso è stato osservato.  Al riguardo è fondamentale la collaborazione di tutti i cittadini nella segnalazione di tutte le attività illecite che si svolgono nei boschi della nostra provincia.

Riproduzione riservata ©